Centro Provinciale Istruzione Adulti

ASCOLI PICENO

  • 20/02/2020
  • È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di gennaio 2020. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 21.312.158, in aumento del 40,6% rispetto allo stesso mese del 2019 (15.153.706).

    Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO), sono state 9.423.176, in aumento del 31,4% rispetto a gennaio 2019;
    • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS), sono state 11.887.993, in aumento del 52,6% rispetto a gennaio 2019;
    • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD), sono state 989, in diminuzione del 99,5% rispetto a gennaio 2019.

    A dicembre 2019 sono state presentate 129.310 domande di NASpI, 1.552 di DIS-COLL e 42 di mobilità, per un totale di 130.904 domande.

    In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus febbraio 2020 (pdf 803KB) con i dati di gennaio 2020.


    08:00
  • 19/02/2020
  • Le pensioni pagate ai non residenti in Italia da enti che hanno sede in Italia o da organizzazioni stabilmente operanti nel nostro Stato sono imponibili, in linea generale, in Italia.

    Tuttavia con alcuni Paesi sono in vigore convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali sul reddito, in base alle quali ciascuno Stato contraente individua i propri residenti fiscali.

    Tenuto conto delle richieste di chiarimenti pervenute da parte di strutture territoriali in merito alle certificazioni allegate alle domande per ottenere la detassazione delle pensioni italiane delle gestioni previdenziali dei lavoratori privati, l’Istituto, con il messaggio 18 febbraio 2020, n. 612, fornisce le indicazioni necessarie sull’applicazione della convenzione italo-bulgara (legge 29 novembre 1990, n. 389) per evitare le doppie imposizioni fiscali.


    08:00
  • 18/02/2020
  • Il 18 dicembre 2019 è stato rinnovato l’accordo sperimentale, siglato il 5 febbraio 2019, tra l’INPS, l'Ufficio scolastico regionale e l'Ambito provinciale MIUR Roma.

    L’accordo prevede da parte dell’Ufficio centrale Estratto conto dipendenti pubblici INPS (già denominato Progetto ECO) la definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione e computo, presentate fino al 31 agosto 2000 dal personale scolastico nato tra il 1953 ed il 1960, con precedenza per i richiedenti pensione 2020 (pensione di vecchiaia, anticipata “legge Fornero”, anticipata “Quota 100”, Opzione donna, APE Sociale e anticipata lavori gravosi e lavoratori precoci).

    È stata avviata, pertanto, la campagna informativa Pensionamenti Scuola 2020”, rivolta agli utenti interessati, personale e istituti scolastici, per garantire una corretta e puntuale conoscenza delle attività assegnate alle competenti strutture di riferimento.

    Tra le iniziative di comunicazione, è stata realizzata una brochure informativa e interattiva per facilitare la consultazione del contenuto dell’accordo e l’individuazione delle competenze delle amministrazioni, coinvolte nella lavorazione dei fascicoli per la sistemazione delle posizioni assicurative.

    In allegato, è possibile consultare l’opuscolo informativo “Pensionamenti Scuola 2020 - Accordo di collaborazione INPS e Uffici MIUR Roma”, con indicazione di enti e soggetti interessati, della distribuzione delle attività e delle risposte a quesiti ricorrenti.


    08:00
  • 17/02/2020
  • Nell’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza è stata pubblicata l’Appendice statistica con i dati aggiornati al 10 febbraio 2020, relativi ai nuclei percettori di Reddito/Pensione di Cittadinanza e di Reddito di Inclusione tra aprile 2019 e gennaio 2020.

    Da questo mese i dati navigabili sono disponibili alla consultazione per anno di competenza della prestazione, mentre i dati cartacei forniti nell’Appendice Statistica si riferiscono all’intero periodo aprile 2019 - gennaio 2020.


    08:00
  • 14/02/2020
  • Con la circolare INPS 15 novembre 2017, n. 169, l’Istituto è intervenuto in materia di prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alla Gestione dipendenti pubblici, indicando le modalità per finanziare l’onere dei periodi retributivi non assistiti dal corrispondente versamento di contribuzione prescritta, confermando il termine di prescrizione quinquennale dei contributi di previdenza e assistenza obbligatoria.

    La circolare INPS 13 febbraio 2020, n. 25 fornisce ulteriori chiarimenti in merito alla valorizzazione dei periodi retributivi per i quali risulti prescritta la contribuzione dovuta alla Gestione dipendenti pubblici. Sono illustrate, inoltre, le modalità di regolarizzazione contributiva dei periodi retributivi da parte di datori di lavoro che sono pubbliche amministrazioni, la valorizzazione a decorrere dal 1° gennaio 2020 dei periodi assicurativi con contribuzione prescritta da parte dei datori di lavoro che non sono pubbliche amministrazioni, nonché le indicazioni operative per la costituzione della rendita vitalizia.


    08:00
  • 12/02/2020
  • La legge 28 marzo 2019, n. 26 ha previsto, per il 2019, un finanziamento di 20 milioni di euro per le misure di sostegno del reddito a favore dei lavoratori dipendenti dalle imprese del settore dei call center.

    La circolare INPS 11 febbraio 2020, n. 21 fornisce istruzioni operative e contabili alle aziende ammesse al trattamento di sostegno al reddito, descrivendo le modalità di gestione delle domande di indennità del settore e indicando la corretta compilazione del flusso UNIEMENS.


    08:00
  • 11/02/2020
  • Martedì 11 febbraio si è tenuta a Roma la conferenza stampa sulla firma della Convenzione tra INPS e Policlinico Universitario Agostino Gemelli (IRCCS), finalizzata alla tutela dei minori e dei soggetti con patologie oncologiche ricoverati e in cura presso l’ospedale.

    La Convenzione, che riguarda le domande per le prestazioni INPS in materia assistenziale, si pone l’obiettivo di assicurare anche alle fasce più deboli i relativi servizi presso il Policlinico Gemelli, con l’auspicio che tale modello di collaborazione possa essere esteso anche ad altre istituzioni.

    In allegato è possibile consultare il programma della conferenza stampa, organizzata a Palazzo Wedekind.


    08:00
  • 10/02/2020
  • L’INPS, nell’ambito del processo di semplificazione e progressiva dematerializzazione dell’azione amministrativa, ha realizzato una nuova funzione nella procedura che gestisce i contratti di finanziamento da estinguersi dietro cessione del quinto della pensione.

    Questa nuova funzione, denominata “Domanda chiusura piano per estinzione anticipata”, migliora qualitativamente il servizio offerto ai soggetti contraenti, pensionati cedenti e intermediari finanziari cessionari, ed è destinata alla chiusura del piano di ammortamento di una cessione nel caso in cui il debito venga estinto anticipatamente dal pensionato o per suo conto da un soggetto terzo.

    Con il messaggio 7 febbraio 2020, n. 470, l’Istituto fornisce le istruzioni relative alla gestione del nuovo servizio che consentirà agli intermediari finanziari  di richiedere la chiusura di un proprio piano di cessione del quinto della pensione.

    In particolare, il messaggio evidenzia le differenze con la precedente procedura relativa alla chiusura per “estinzione anticipata”, segnalando le nuove caratteristiche, gli ambiti di applicazione, le modalità operative per inoltrare domanda e per il calcolo del “conteggio estintivo”.

    Gli intermediari finanziari dovranno adeguare i propri sistemi informativi alla nuova funzione, affinché quest’ultima venga utilizzata in via esclusiva, ad eccezione dei casi specificati nel messaggio.

    In attesa dell’adeguamento dei sistemi informativi, saranno evase secondo la prassi finora utilizzata solo le richieste di chiusura piano che perverranno entro il 31 marzo 2020.


    08:00
  • 07/02/2020
  • Sono disponibili online i bandi di concorso Estate INPSieme Italia ed Estate INPSieme Estero per il 2020.

    Ogni anno, infatti, l'INPS bandisce borse di studio per soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero. I soggiorni sono aperti ai figli, agli orfani e agli equiparati degli iscritti alla Gestione Fondo ex IPOST o alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (ex Fondo Credito).

    La domanda deve essere inviata dalle 12 del 18 febbraio fino alle 12 del 10 marzo 2020.


    08:00
  • 06/02/2020
  • L’ISTAT ha comunicato una variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati nel 2018 e 2019, pari allo 0,5%.

    Sono state quindi stabilite le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per i lavoratori domestici nel 2020.

    Sono confermati la minore aliquota dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo Cassa Unica Assegni Familiari (CUAF) e il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, dovuto per i rapporti di lavoro a tempo determinato.

    La circolare INPS 6 febbraio 2020, n. 17 riporta le tabelle con l’importo dei contributi dovuti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 e la ripartizione delle aliquote assicurative e previdenziali.


    08:00
  • 05/02/2020
  • Con il messaggio 4 febbraio 2020, n. 413 l’INPS fornisce chiarimenti sulla portabilità delle quote di TFR accantonate presso il Fondo di Tesoreria a un altro fondo di previdenza complementare.

    Il Fondo di Tesoreria, costituito presso l’INPS, garantisce ai dipendenti privati l’erogazione del trattamento di fine rapporto. Al versamento del contributo sono tenuti i datori di lavoro del settore privato che abbiano alle proprie dipendenze almeno cinquanta lavoratori.

    Questo fondo, specifica l’Istituto, è configurabile come una gestione di natura previdenziale. Di conseguenza, le quote di TFR pregresse, accantonate presso il Fondo di Tesoreria, non possono essere trasferite presso un fondo di previdenza complementare al quale il lavoratore ha scelto di aderire. Le richieste di portabilità non potranno, dunque, essere accolte.


    08:00
  • 04/02/2020
  • Con la circolare INPS 4 febbraio 2020, n. 15 l’Istituto comunica quali sono le retribuzioni convenzionali da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti, per il 2020, a favore dei lavoratori operanti all’estero in Paesi extracomunitari non legati all’Italia da accordi di sicurezza sociale.

    Le retribuzioni convenzionali si applicano non soltanto ai lavoratori italiani, ma anche ai lavoratori cittadini degli altri Stati membri dell’UE e ai lavoratori extracomunitari, titolari di un regolare titolo di soggiorno e di un contratto di lavoro in Italia, inviati dal proprio datore di lavoro in un Paese extracomunitario.

    Le retribuzioni convenzionali, inoltre, trovano applicazione, in via residuale, anche nei confronti dei lavoratori operanti in Paesi convenzionati, limitatamente alle assicurazioni non contemplate dagli accordi di sicurezza sociale.


    08:00
  • 03/02/2020
  • Dal 3 febbraio, l’accesso agli sportelli informativi delle sedi INPS di Roma e provincia è possibile soltanto su prenotazione.

    Il servizioSportelli di sede”, già attivo in altre regioni, offre la possibilità di prenotare l’accesso agli sportelli per la giornata corrente o per i giorni successivi, scegliendo anche l’orario di accesso, evitando così inutili attese e perdite di tempo.

    È possibile prenotare con diverse modalità:

    • da smartphone o tablet, tramite il servizio “Sportelli di sede” sull’app INPS Mobile;
    • se in possesso di PIN, tramite il servizio “Sportelli di sede” sul portale dell’Istituto;
    • chiamando il contact center al numero 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile);
    • direttamente presso le sedi INPS.

    È possibile comunque accedere senza prenotazione agli sportelli veloci delle sedi, per chiedere i servizi a rilascio immediato.


    08:00
  • 01/02/2020
  • Con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 119 del 25 ottobre 2019 è stato ridefinito l’Ordinamento dei servizi centrali e territoriali dell’Istituto e, in esecuzione dello stesso, sono stati attribuiti dall’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione gli incarichi di livello dirigenziale generale.

    A seguito dell’aggiornamento della clusterizzazione organizzativa delle strutture territoriali dell’Istituto, di cui alle determinazioni dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione nn. 4 e 5 del 16 gennaio 2020, con determinazione del Direttore generale n. 22 del 31 gennaio 2020 sono state attribuite le Aree dirigenziali di seconda fascia alle strutture della Direzione generale e delle Direzioni regionali e di Coordinamento metropolitano.

    Inoltre, con determinazione del Direttore generale n. 23 del 31 gennaio 2020 sono stati individuati i posti funzione di livello dirigenziale da inserire nelle fasce di retribuzione denominate “A0 super, A0, A1 e B”, istituite con determinazione presidenziale n. 112 del 12 ottobre 2015.

    Ciò premesso, si rende necessario avviare, su base nazionale, le procedure per il conferimento degli incarichi dirigenziali non generali, come di seguito riportati, con decorrenza 1° marzo 2020, secondo la previsione dell’articolo 19 del Decreto Legislativo n. 165/2001, delle disposizioni contenute nella Determinazione presidenziale n. 133 del 12 ottobre 2016 “Criteri e modalità per il conferimento degli incarichi dirigenziali” e delle disposizioni contenute nel Regolamento in materia di rotazione del personale di cui alla legge 190/2012, adottato con determinazione presidenziale n. 26 del 20 marzo 2018.

    Il personale appartenente al ruolo dirigenziale dell’Istituto potrà inviare, entro dieci giorni dalla pubblicazione del messaggio 31 gennaio 2020, n. 361, la manifestazione di disponibilità per i predetti posti funzione utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito intranet dell’Istituto, seguendo il percorso Home/Servizi ai dipendenti/Interpello dirigenti.

    L’interpello di cui al messaggio è rivolto anche ai dirigenti appartenenti ai ruoli di altre amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 19, comma 5 bis, del D.lgs n. 165/01, ovvero ai soggetti di cui all’art. 19, comma 6, del medesimo decreto legislativo.

    La manifestazione di interesse e disponibilità per i posti funzione sopra specificati da parte dei predetti soggetti dovrà pervenire entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente messaggio, per un massimo di tre preferenze, alla casella AdesioniTitolaritaSedi@inps.it secondo il format allegato al messaggio (allegato 6).

    Per le informazioni di dettaglio si rimanda al messaggio.


    08:00
  • 31/01/2020
  • L’INPS, con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 29 gennaio 2020, n. 12, al fine di assicurare l’effettivo perseguimento della funzione sociale delle prestazioni mutualistiche, ha disposto, per i mutui ipotecari edilizi ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, la rideterminazione dei tassi di interesse applicati dall’Istituto, in adeguamento all’andamento dei tassi di mercato.

    I nuovi tassi di interesse, riportati nella nota informativa in allegato, entreranno in vigore dal 1° febbraio 2020.

    Le variazioni introdotte riguardano:

    • i mutui erogati e le surroghe richieste a far data 1° febbraio 2020;
    • le domande di rinegoziazione ex articolo 20, comma 5, del vigente Regolamento dei mutui ipotecari, così come modificato dalla determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 29 gennaio 2020, n. 11.

    Il testo delle determinazioni n. 11 e n. 12 del 29 gennaio 2020 sarà integralmente pubblicato sul portale dell’Istituto nella sezione “Amministrazione trasparente”.


    08:00
  • 30/01/2020
  • È stato pubblicato l’ Osservatorio di monitoraggio dei flussi di pensionamento  con i dati delle pensioni decorrenti nel 2018 e nel 2019.

    Il monitoraggio riguarda i trattamenti liquidati fino al 2 gennaio 2020 dalle seguenti gestioni:

    • Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);
    • coltivatori diretti, mezzadri e coloni;
    • artigiani e commercianti;
    • lavoratori parasubordinati;
    • assegni sociali.

    Nel 2018 si è concluso il percorso di equiparazione dei requisiti per la pensione di vecchiaia tra uomini e donne nel settore dei dipendenti privati e dei lavoratori autonomi. L’età minima di accesso alla pensione di vecchiaia è di 66 anni e 7 mesi nel 2018 e di 67 anni nel 2019.

    Per quanto riguarda la pensione anticipata, nel 2018 è entrata stabilmente a regime la possibilità di pensionamento anticipato con soli 41 anni di contributi per i cosiddetti lavoratori precoci, nei limiti dei fondi stanziati e con richiesta di certificazione dei requisiti entro il 1° marzo 2018.

    Ad aprile 2019, inoltre, è stata istituita la pensione Quota 100, che consente l’uscita anticipata dal mondo del lavoro per tutti coloro che abbiano maturato almeno 38 anni di contributi con un’età minima di 62 anni.

    A fronte di tali novità, dal 2018 al 2019 si registra una diminuzione del 15% del numero di pensioni di vecchiaia e un aumento del 29% di quelle anticipate.

    Riguardo gli assegni sociali, dal momento che nel 2019 il requisito di età è aumentato da 66 anni e 7 mesi a 67 anni, per effetto dell'incremento della speranza di vita, la loro misura risulta nel primo semestre 2019 di entità esigua e riferibile esclusivamente ai cittadini già ultra 67enni che abbiano soddisfatto nel 2019 i requisiti reddituali di legge. Nel secondo semestre 2019 si registra un incremento del numero di assegni sociali liquidati, riconducibile a coloro che, bloccati a gennaio 2019 dall'incremento del requisito di età, sono riusciti ad agganciare il nuovo requisito anagrafico richiesto.

    Dall'analisi degli indicatori statistici si osserva infine che:

    • il peso delle pensioni anticipate su quelle di vecchiaia aumenta nel 2019 di 56 punti percentuali rispetto al 2018; tale fenomeno è imputabile sia all'aumento dell'età per l’accesso alla pensione di vecchiaia sia all'introduzione della Quota 100;
    • il rapporto tra le pensioni di invalidità e quelle di vecchiaia rimane pressoché costante nei due anni di analisi, dal momento che entrambe le categorie di pensione registrano una diminuzione nel 2019;
    • la percentuale delle pensioni femminili su quelle maschili presenta nel 2019 un valore superiore a quello dell'anno precedente di nove punti percentuali; ciò significa un maggiore aumento delle pensioni femminili liquidate rispetto a quelle maschili;
    • a livello territoriale il peso percentuale delle pensioni liquidate a residenti nel Nord Italia resta sostanzialmente uguale nei due anni considerati.

    I dati pubblicati subiranno variazioni a seguito della futura liquidazione di tutti i trattamenti con decorrenza anteriore al 31 dicembre 2019, dovuta allo smaltimento delle domande ancora in giacenza.


    08:00
  • 28/01/2020
  • Le imprese che esercitano la pesca costiera e nelle acque interne e lagunari beneficiano di uno sgravio contributivo percentuale.

    Con il messaggio 28 gennaio 2020, n. 284 l’Istituto comunica che l’articolo 1, comma 60, legge 27 dicembre 2019, n. 160 ha rimodulato la misura dello sgravio che, da gennaio 2020, viene ridotto dal 45,07% al 44,32%.

    Il messaggio fornisce indicazioni in merito alle operazioni di conguaglio che riguardano le imprese interessate, che continueranno a utilizzare le modalità di compilazione delle denunce UNIEMENS già in uso.


    08:00
  • 27/01/2020
  • Con il messaggio 24 gennaio 2020, n. 246 l’Istituto conferma l’organizzazione per “Poli regionali/interregionali”, relativamente all’erogazione delle prestazioni per i lavoratori marittimi ex IPSEMA.

    In questa ottica, il messaggio informa che da febbraio 2020 sarà operativa una nuova sede Polo presso la Filiale metropolitana di Pozzuoli, in aggiunta alle già previste sedi di Napoli e Castellammare.


    08:00
  • 24/01/2020
  • Confermata anche per il 2020 la misura del pensionamento anticipato riservata alle donne (cd. Opzione donna).

    La legge di bilancio 2020 ha esteso questa possibilità alle lavoratrici che, al 31 dicembre 2019, abbiano compiuto 58 anni di età, se dipendenti, e 59 anni di età, se autonome, e che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi, a condizione che optino per la liquidazione della pensione con le regole di calcolo del sistema contributivo.

    Con il messaggio 23 gennaio 2020, n. 243 l’INPS informa che è possibile presentare la domanda per l’Opzione donna avvalendosi delle consuete modalità:

    • attraverso il servizio online;
    • rivolgendosi al Patronato e agli intermediari dell'Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
    • tramite il Contact center.

    08:00
  • 23/01/2020
  • Con il messaggio 22 gennaio 2020, n. 227, l’INPS comunica che, oltre alle credenziali PIN, CNS e SPID, da oggi sarà possibile accedere a tutti i servizi online tramite la nuova Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE).

    La nuova Carta di identità elettronica è un documento personale che attesta l’identità del cittadino attraverso un microchip che memorizza i dati del titolare.

    Si può accedere al servizio con uno smartphone Android, scaricando l’app “Cie ID”, oppure da un pc dotato di lettore NFC, installando il “Software CIE” dal sito dedicato.


    08:00
  • 22/01/2020
  • Il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 15 novembre 2019 stabilisce variazioni negli importi da corrispondere a titolo di indennità antitubercolari per la percentuale stabilita per il 2020.

    La misura fissa di tali importi è correlata per legge alla dinamica del trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD).

    Nella circolare INPS 21 gennaio 2020, n. 5 sono indicate le variazioni degli importi per il 2020, secondo la percentuale prevista dagli articoli 1 e 2, del già citato decreto ministeriale del 15 novembre 2019.

    La procedura automatizzata di liquidazione delle prestazioni è stata adeguata con i nuovi importi.


    08:00
  • 21/01/2020
  • Con il messaggio 21 gennaio 2020, n. 207 l’INPS segnala agli iscritti alla Gestione Artigiani e alla Gestione Commercianti l’inizio delle elaborazioni degli avvisi bonari relativi alla rata di novembre 2019.

    Gli avvisi sono a disposizione del contribuente nel Cassetto previdenziale artigiani e commercianti.

    Agli iscritti, o ai loro intermediari, che abbiano fornito un indirizzo di posta elettronica, verrà inviata una email di alert.


    08:00
  • 20/01/2020
  • La legge di bilancio 2020 ha riconfermato l’APE Sociale, posticipandone il periodo di sperimentazione fino al 31 dicembre 2020.

    In attesa della pubblicazione della circolare illustrativa delle nuove disposizioni, con il messaggio 17 gennaio 2020, n. 163, l’Istituto comunica la riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE Sociale.

    Pertanto, dal 1° gennaio 2020 possono presentare domanda di riconoscimento i soggetti che, nel corso del 2020, maturano tutti i requisiti e le condizioni previste dall’articolo 1, commi 179-186, legge 232/2016.

    Possono presentare la domanda, inoltre, coloro che non l’avevano ancora presentata pur avendo perfezionato i requisiti negli anni precedenti.


    08:00
  • 16/01/2020
  • Aziende, lavoratori autonomi, agricoli e iscritti alla Gestione Separata (committenti e liberi professionisti) delle aree del Centro Italia colpite dal sisma nel 2016 e 2017, tenuti a versare i contributi sospesi, possono inviare la domanda di rateizzazione entro la mezzanotte del 31 gennaio 2020. Le modalità per l’invio della domanda sono indicate nella pagina sulla sospensione dei versamenti contributivi e all’interno del servizio online “Rateizzazione contributi sospesi: sisma 2016-2017”. 

    La precedente scadenza del 15 gennaio, indicata con il messaggio 13 gennaio 2020, n. 78, è stata infatti prorogata al 31 gennaio con il messaggio 15 gennaio 2020, n. 125.

    Il 31 gennaio è la nuova scadenza sia per la presentazione della domanda di rateizzazione, sia per il versamento dei contributi sospesi in unica soluzione o della prima rata.

    Coloro che avevano già inviato la domanda di rateizzazione devono inviarla di nuovo nei termini indicati, secondo le nuove disposizioni contenute nell’articolo 8, comma 2, decreto-legge 123/2019, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n. 156, che ha confermato il termine del 15 gennaio 2020, dal quale far decorrere la ripresa degli adempimenti e dei versamenti contributivi sospesi, in unica soluzione o mediante rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili, con versamento della prima rata entro il 15 gennaio.


    08:00
  • 15/01/2020
  • Sono state pubblicate le graduatorie  del bando di concorso “Programma ITACA - anno scolastico 2020-2021”, finalizzato all’assegnazione di borse di studio per soggiorni scolastici all’estero.

    Il concorso è rivolto ai figli di dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e di pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).

    Le graduatorie si articolano per la localizzazione delle scuole (in Europa o in Paesi extraeuropei) e per la durata della frequenza (intero anno scolastico, semestre o trimestre).


    08:00
  • 14/01/2020
  • La legge 2 novembre 2019, n. 128, recante “Disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali”, ha esteso l’ambito di applicazione delle disposizioni sull’indennizzo per cessazione attività commerciale.

    Con la circolare INPS 13 gennaio 2020, n. 4, l’Istituto comunica che possono presentare domanda di indennizzo anche i commercianti che abbiano cessato definitivamente la propria attività dal 1° gennaio 2017 purché, al momento della presentazione della domanda, siano in possesso dei requisiti necessari.

    La circolare, inoltre, fornisce le indicazioni per il riesame delle domande di indennizzo non accolte con l’unica motivazione di aver cessato l’attività in data antecedente il 1° gennaio 2019.

    Relativamente a requisiti, condizioni di accesso, modalità di presentazione della domanda, importo del trattamento e incompatibilità restano ferme le istruzioni già fornite con la circolare INPS 24 maggio 2019, n. 77.


    08:00
  • 10/01/2020
  • La legge 28 marzo 2019, n. 26 ha previsto, con determinati requisiti, la facoltà di conseguire il diritto alla pensione anticipata, definita Quota 100.

    I richiedenti sono tenuti a dichiarare l’assenza o meno di redditi incumulabili, secondo quanto precisato nella circolare INPS 9 agosto 2019, n. 117, presentando, a corredo della domanda, l’apposito modello AP140.

    Il messaggio 9 gennaio 2020, n. 54 chiarisce che i soggetti già titolari di pensione Quota 100 devono dichiarare l’assenza di redditi, compilando il modulo AP139, solo nel caso in cui nell’anno precedente abbiano percepito redditi incumulabili che hanno dato luogo alla sospensione della pensione.


    08:00
  • 09/01/2020
  • Il Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro ha indicato, con il decreto 20 dicembre 2019, i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, rilevati dalla Banca d’Italia e in vigore dal 1°gennaio al 31 marzo 2020.

    Il messaggio 3 gennaio 2020, n. 13 riporta il valore dei tassi da applicarsi nel periodo indicato per i prestiti estinguibili con cessione del quinto dello stipendio e della pensione


    08:00
  • 08/01/2020
  • Sono state pubblicate le graduatorie dei vincitori e degli idonei del concorso Home Care Premium 2019, relative al mese di gennaio 2020.

    Il concorso HCP è finalizzato a offrire assistenza domiciliare ai dipendenti e pensionati pubblici, ai loro coniugi, parenti e affini non autosufficienti, con l'obiettivo di intervenire sulla loro sfera socio-assistenziale e prevenirne il decadimento cognitivo.


    08:00
  • 07/01/2020
  • Dal 1° gennaio 2020 la misura del saggio degli interessi legali (articolo 1284 del codice civile) è stata fissata allo 0,05% in ragione d’anno, secondo quanto stabilito dal decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 12 dicembre 2019.

    La circolare INPS 7 gennaio 2020, n. 2 illustra i riflessi sul calcolo delle somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, nonché sulle prestazioni pensionistiche e previdenziali.


    08:00
  • 03/01/2020
  • Il messaggio 3 gennaio 2020, n. 11 fornisce chiarimenti sulle modifiche e implementazioni apportate alla procedura di iscrizione e variazione azienda in riferimento alla funzionalità delle Unità Operative (UO)/Unità Produttive (UP).

    La nuova funzionalità consentirà alle aziende di inserire in procedura, per via telematica, i dati delle UO/UP, anche successivamente alla scadenza attualmente prevista, ovvero entro la fine del mese successivo all’inizio dell’attività.


    08:00
  • 02/01/2020
  • Con il messaggio 27 dicembre 2019, n. 4835 l’INPS fornisce chiarimenti e indicazioni per i datori di lavoro nei casi di fruizione da parte del lavoratore di aspettativa o distacco sindacale, ovvero aspettativa per cariche pubbliche elettive, al fine di favorire la corretta applicazione del messaggio 31 ottobre 2019, n. 3971.

    Il messaggio si rivolge ai datori di lavoro che denunciano con flusso Uniemens. Sono esclusi da questi adempimenti i datori di lavoro tenuti all’invio dei flussi UniEmens-ListaPosPA.

    Per i lavoratori in distacco sindacale assicurati al Fondo Ferrovie dello Stato o al Fondo di Quiescenza Poste restano operative, sino a nuove disposizioni, le modalità vigenti di attestazione dello stato di distacco sindacale.

    In merito all’avvio delle innovazioni in via sperimentale circa le nuove modalità di comunicazione, si precisa che, per i soli casi di aspettativa per carica politica o sindacale, viene richiesta anche la valorizzazione della retribuzione teorica utile all’accredito figurativo. Questo al fine di semplificare e rendere più tempestivo il processo sotteso all’istruttoria delle domande di accredito figurativo per politici e sindacalisti in aspettativa e, conseguentemente, di autorizzazione al versamento/accredito della contribuzione aggiuntiva per i sindacalisti.

    A questo scopo, i dati dichiarati nel flusso sostituiranno, in futuro, le attestazioni cartacee (modello AP 123) attualmente prodotte dal datore all’INPS.

    Qualora il datore di lavoro ometta le informazioni nei relativi flussi UniEmens, la contribuzione figurativa e la contribuzione aggiuntiva eventualmente versate preservano le condizioni di validità purché risulti la sussistenza delle condizioni normative e amministrative riportate nelle disposizioni dell’Istituto e nella circolare INPS 4 ottobre 2019, n. 129.


    08:00
  • 30/12/2019
  • Il lavoratore subordinato può essere chiamato a svolgere la sua attività in un luogo diverso dalla sede di lavoro. In questo caso, si possono configurare le due fattispecie della trasferta “occasionale” o della trasferta “strutturale o per contratto”, prevista per i cosiddetti lavoratori trasfertisti.

    Con la circolare INPS 23 dicembre 2019, n. 158 l’Istituto riepiloga gli elementi identificativi del trasfertismo e fornisce chiarimenti in merito al corretto regime contributivo.


    08:00
  • 27/12/2019
  • Il messaggio 20 dicembre 2019, n. 4798 comunica che a partire dal periodo di paga gennaio 2020 sono stati istituiti nuovi codici contratto da utilizzare all’interno del flusso UNIEMENS. Inoltre è mutata la descrizione di alcuni codici contratto e altri sono stati disattivati. Tutti i dettagli relativi a tali cambiamenti sono elencati nel messaggio citato.


    08:00
  • 24/12/2019
  • Con la circolare INPS 20 dicembre 2019, n. 157 l’Istituto fornisce le indicazioni riguardanti il popolamento del Registro nazionale degli aiuti di Stato (RNA) gestito dal Ministero dello Sviluppo economico.

    I soggetti pubblici o privati che concedono gli aiuti trasmettono al Registro le relative informazioni, allo scopo di garantire gli obblighi di trasparenza previsti dalla normativa europea e nazionale.

    Nella circolare sono chiarite, quindi, le modalità attraverso le quali l’Istituto adempie agli obblighi di consultazione e registrazione delle misure agevolative previsti dal RNA, definendo l’ambito di applicazione e le agevolazioni INPS soggette all’obbligo di registrazione, nonché le modalità operative per la gestione delle agevolazioni da autorizzare.


    08:00
  • 23/12/2019
  • L’INPS e la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) hanno indetto, per l’anno accademico 2019-2020, un concorso per il conferimento di contributi destinati alla partecipazione a master universitari “executive”, finalizzati a garantire alta formazione e aggiornamento professionale qualificato, e a master per la trasformazione digitale della pubblica amministrazione.

    Per i contributi erogati dall’INPS occorre essere dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, mentre per beneficiare dei contributi SNA è necessario essere in servizio presso una delle amministrazioni pubbliche indicate nel bando.

    La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica a partire dalle 12 del 9 gennaio 2020.


    08:00
  • 20/12/2019
  • Il Presidente INPS Pasquale Tridico, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Wedekind, ha presentato un emendamento alla legge di bilancio 2020 che permetterà all’Istituto di conferire 820 nuovi incarichi di collaborazione per attività medico legali. Alla conferenza ha partecipato anche il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo.

    Il conferimento degli 820 incarichi, da 35 ore settimanali a tempo indeterminato, avverrà attraverso la stipula di convenzioni con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative in ambito nazionale.

     

    Fotogallery


    08:00
  • 19/12/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di novembre 2019. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 30.890.704, in aumento del 37,6% rispetto allo stesso mese del 2018 (22.441.533).

    Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 14.277.115, in aumento del 60,1% rispetto a novembre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 16.605.152, in aumento del 23,3% rispetto a novembre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 8.437, in diminuzione del 85,9% rispetto a novembre 2018.

    A ottobre 2019 sono state presentate 304.223 domande di NASpI, 1.905 di DIS-COLL e 153 di mobilità, per un totale di 308.281 domande.

    In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus dicembre 2019 (pdf 1,02MB) con i dati di novembre 2019.


    08:00
  • 18/12/2019
  • Con il messaggio 18 dicembre 2019, n. 4765 l’INPS comunica che il Portale prestazioni di esodo dei Fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione è stato implementato con la nuova una nuova funzionalità.

    Si tratta della “Domanda di assegno straordinario del Fondo di solidarietà del personale dipendente dalle imprese assicuratrici e delle società di assistenza”.

    Dal 1° febbraio 2020, pertanto, la richiesta di assegno straordinario di sostegno al reddito erogato dal Fondo imprese assicuratrici dovrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica, con l’eccezione della domanda di assegno straordinario finalizzato alla pensione anticipata Quota 100 che dovrà essere trasmessa online già dal 18 dicembre 2019.


    08:00
  • 16/12/2019
  • I dati dell’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza sono stati aggiornati al 6 dicembre 2019.

    Le domande di Reddito e Pensione di Cittadinanza pervenute all’INPS sono 1.623.000, di cui 1.066.110 sono state accolte, 112.396 sono in lavorazione e 444.494 sono state respinte o cancellate.

    Per quanto riguarda le aree geografiche, sono state accolte 643.999 domande a fronte delle 902.341 pervenute dalle regioni del Sud e dalle Isole (60,4%), 260.024 domande a fronte delle 455.641 pervenute dalle regioni del Nord (24,4%) e 162.087 a fronte delle 265.018 pervenute dalle regioni del Centro (15,2%).

    Dei 1.066.110 nuclei le cui domande sono state accolte, 51.681 sono decaduti dal diritto, 890.756 riguardano nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza, con 2.311.285 persone coinvolte. I restanti 123.673 sono nuclei percettori di Pensione di Cittadinanza, con 140.668 persone coinvolte.

    Da oggi è possibile consultare i dati relativi ai nuclei beneficiari del Reddito e della Pensione di Cittadinanza, alle persone coinvolte e all’importo medio del beneficio, attraverso l’osservatorio statistico navigabile. I dati, ottenuti attraverso la selezione personalizzata, sono esportabili in formato excel.


    08:00
  • 13/12/2019
  • Con il messaggio 13 dicembre 2019, n. 4658, l’INPS chiarisce la disciplina della NASpI corrisposta in forma anticipata, nel caso di percettore che venga rioccupato con un contratto di lavoro subordinato durante il periodo di spettanza dell’indennità in questione.


    08:00
  • 11/12/2019
  • L’Istituto ha concluso le attività di rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali, propedeutiche al pagamento delle prestazioni previdenziali e assistenziali nel 2020. Nella circolare INPS 11 dicembre 2019, n. 147 si descrivono le operazioni effettuate.

    Nella stessa circolare, inoltre, è stato pubblicato il calendario 2020 con i giorni di pagamento delle pensioni.

    Mese

    Poste Italiane

    Istituti di credito 

    Gennaio

    3

    3

    Febbraio

    1

    3

    Marzo

    2

    2

    Aprile

    1

    1

    Maggio

    2

    4

    Giugno

    1

    1

    Luglio

    1

    1

    Agosto

    1

    3

    Settembre

    1

    1

    Ottobre

    1

    1

    Novembre

    2

    2

    Dicembre e tredicesima

    1

    1

    Si ricorda che i trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, le rendite vitalizie dell'INAIL vengono effettuati il primo giorno bancabile di ciascun mese o il giorno successivo se si tratta di giornata festiva o non bancabile, con un unico mandato di pagamento, fatta eccezione per il mese di gennaio nel quale l’erogazione viene eseguita il secondo giorno bancabile.


    08:00
  • 10/12/2019
  • Con il messaggio 10 dicembre 2019, n. 4601 si informa che l’accesso semplificato alle prestazioni di invalidità civile, cecità e sordità, già attivo per i cittadini non più in età lavorativa, è stato esteso a tutti i soggetti tra i 18 e i 67 anni di età, che presentano apposita domanda.

    La semplificazione consiste nella possibilità di anticipare al momento della presentazione della domanda le informazioni di natura socio-economica, di norma comunicate solo al termine dell’esito positivo della fase sanitaria.

    A tal fine, dal 10 dicembre 2019 sono operative delle modifiche alle procedure di acquisizione online della domanda di invalidità civile, che inizialmente riguarderanno solamente le domande trasmesse dai patronati.

    In questa prima fase sperimentale rimangono ancora valide le modalità ordinarie di trasmissione del modello AP70, al termine della fase sanitaria.


    08:00
  • 09/12/2019
  • Dal 1° aprile 2019 le domande di Assegno per il Nucleo Familiare (ANF), destinato ai lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, devono essere presentate all’INPS, esclusivamente in modalità telematica, utilizzando il modello “ANF/DIP” (SR16), al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante e assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

    Il messaggio 6 dicembre 2019, n. 4583 informa che, dopo l’implementazione della procedura, sono disponibili anche per datori di lavoro e soggetti da loro delegati nuove indicazioni relative alla modalità di presentazione della domanda e nuove funzionalità dell’utility per il prelievo dei dati.

    La funzione per la presentazione telematica della domanda ANF/DIP “ANF Lavoratori Dipendenti di Aziende Attive” è disponibile nel menu del Cassetto Previdenziale Aziende.


    08:00
  • 06/12/2019
  • È stato pubblicato il bando di concorso per assegnare dottorati di ricerca per l’anno accademico 2019-2020, in materia di industria 4.0, sviluppo sostenibile, welfare e benessere.

    Il bando è rivolto ai figli e orfani dei dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.

    Le domande devono essere presentate dallo studente richiedente, entro i termini di scadenza previsti per ciascun bando relativo al dottorato di ricerca di interesse, pubblicato dagli atenei.


    08:00
  • 04/12/2019
  • Con il messaggio 3 dicembre 2019, n. 4516, l’Istituto fornisce indicazioni per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea che hanno presentato domanda di erogazione del Reddito o della Pensione di Cittadinanza.

    Ai fini dell’accoglimento della domanda, i cittadini extracomunitari devono integrare la richiesta con una certificazione attestante i requisiti reddituali e patrimoniali, e la composizione del nucleo familiare. Nel messaggio sono riportati, inoltre, i casi di esclusione da quest’obbligo.


    08:00
  • 03/12/2019
  • È disponibile la versione aggiornata della Guida in 7 passi per i pensionati titolari di trattamenti assistenziali e previdenziali di importo basso, pubblicata originariamente nel 2017, per facilitare ai pensionati la fruizione di contenuti e servizi del portale INPS, utili ad acquisire conoscenza dei trattamenti integrativi della pensione e comprendere come possano essere richiesti.

    La Guida interattiva (pdf 356KB) suggerisce un percorso di navigazione che integra, in una sequenza logica, contenuti informativi e servizi del portale che aiutano a comprendere se si può avere diritto a trattamenti integrativi della pensione a domanda (maggiorazione sociale, integrazione al minimo, assegni per il nucleo familiare) oltre alla quattordicesima, già erogata annualmente in automatico sulla base delle dichiarazioni reddituali dell’anno precedente.

    Il passo 5 della nuova versione della Guida in 7 passi racchiude informazioni, moduli e servizi online relativi alla Pensione di Cittadinanza (PdC).

    Tramite i link attivi nella Guida si può accedere alla scheda prestazione Reddito e Pensione di Cittadinanza, utile per conoscere i requisiti e le modalità per presentare la domanda, e al servizio online RdC/PdC per verificare lo stato di una domanda già presentata.

    Tra i servizi utili, la Guida segnala anche il percorso di accesso (previo inserimento delle proprie credenziali: codice fiscale e PIN o SPID o CNS) al Simulatore per la verifica online preliminare dei requisiti reddituali per RdC/PdC. Sono disponibili, inoltre, le informazioni e il servizio online per inoltrare all’INPS la Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU), da presentare insieme alla domanda di PdC per la verifica dell’ISEE da parte dell’Istituto.

    La versione aggiornata contiene anche i riferimenti alla circolare e al messaggio INPS con i nuovi requisiti per gli Assegni per il Nucleo Familiare, indicati a fine 2018, e segnala alcune novità in materia fiscale.

    La Guida contiene link attivi per navigare all’interno dei contenuti del portale e accedere ai servizi con codice fiscale e credenziali PIN, SPID o CNS.

    Dopo aver effettuato l’accesso al servizio di proprio interesse, ad esempio al servizio Cedolino pensione, tornando a questa notizia è possibile salvarla nella propria area MyINPS.


    08:00
  • 02/12/2019
  • Con il messaggio 29 novembre 2019, n. 4470 l’Istituto informa che è stato pubblicato il nuovo servizio per la domanda di prestazioni di capitaleTFR e relative anticipazioni – a carico del Fondo Esattoriali.

    Il Fondo speciale esattoriale è un fondo obbligatorio integrativo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) che ha lo scopo di corrispondere agli iscritti prestazioni pensionistiche integrative e prestazioni di capitale consistenti nella liquidazione del Trattamento di Fine Rapporto (TFR), comprese eventuali integrazioni e anticipazioni del trattamento.

    Il messaggio illustra il percorso da seguire e le novità riguardanti la gestione della documentazione, l’acquisizione e la consultazione dei documenti già inseriti; disciplina, inoltre, le unioni civili e gli effetti sulla liquidazione delle prestazioni di capitale a carico del Fondo e fornisce chiarimenti in materia di anticipazione del TFR per usufruire del congedo parentale.


    08:00
  • 29/11/2019
  • Il messaggio 24 luglio 2019, n. 2819 ha dato disposizioni in merito al censimento e il rilascio del PIN ai professionisti abilitati, ovvero avvocati, dottori commercialisti ed esperti contabili, che intendono svolgere attività in materia di lavoro, previdenza e assistenza sociale e operare quali intermediari nei confronti dell’INPS.

    Con il messaggio 28 novembre 2019, n. 4440 l’Istituto fornisce ulteriori chiarimenti e indicazioni dettagliate circa gli adempimenti da assolvere con particolare riguardo al censimento dei professionisti destinatari del messaggio.


    08:00
  • 28/11/2019
  • È stato pubblicato il bando del concorso “Contributi per handicap grave e contributi per grave malattia - Gestione Fondo IPOST”, che conferisce un contributo per il rimborso delle spese sostenute per la cura di gravi malattie e/o riconducibili alla condizione di handicap grave in favore dei:

    • dipendenti e pensionati del Gruppo Poste Italiane SpA e dipendenti e pensionati ex IPOST sottoposti in servizio alla trattenuta mensile dello 0,40%, di cui all’articolo 3, legge 27 marzo 1952, n. 208;
    • loro coniugi/uniti civilmente e figli conviventi o domiciliati presso strutture di cura e assistenza specializzate. 

    Gli interessati possono presentare domanda dalle 12 del 29 novembre alle 23:59 del 31 dicembre 2019.


    08:00
  • 27/11/2019
  • È stata pubblicata la graduatoria per l’assegnazione di 40 borse di studio del Progetto Archimede - master in entrepreneurship 2019-2020.

    Il bando, riservato ai figli e orfani (o equiparati) di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, è finalizzato alla creazione di start up.


    08:00
  • 26/11/2019
  • Con il messaggio 26 novembre 2019, n. 4376 si comunica che ai patronati sono stati rilasciati i tracciatidi trasmissione delle domande di indennità di disoccupazione e Assegno al Nucleo Familiare (ANF) per i lavoratori dipendenti agricoli, relativi al 2019.

    I tracciati non hanno subito modifiche rispetto alla precedente versione. Il messaggio, inoltre, fornisce le istruzioni per l’accesso alle ricevute delle domande.


    08:00
  • 25/11/2019
  • Lunedì 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, è stato sottoscritto l'Accordo di collaborazione tra INPS, rappresentato dal Presidente Pasquale Tridico, e l'Associazione di volontarie Telefono Rosa, rappresentata dalla Presidente Maria Gabriella Carnieri Moscatelli. Obiettivo dell’Accordo, siglato a Roma, presso Palazzo Wedekind, è offrire consulenza alle donne vittime di violenza di genere.

    L'iniziativa, che rientra nell'ambito del progetto “INPS per tutti”, prevede dei punti di consulenza, inizialmente a Roma, Napoli e Torino. In questi info point, tramite l'Associazione Telefono Rosa, le donne vittime di violenza saranno raggiunte da funzionarie dell’Istituto per la valutazione di eventuali diritti a prestazioni.

    L'Accordo, inoltre, prevede la formazione del personale INPS da parte dell'Associazione Telefono Rosa, sia per la sensibilizzazione dell'accoglienza delle donne in difficoltà sia per la gestione dell'aggressività di genere da parte dell'utenza.

    Fotogallery


    08:00
  • 22/11/2019
  • È stato pubblicato il messaggio 21 novembre 2019, n. 4317 di interpello per posti funzione di livello dirigenziale generale.

    Con Determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 119 del 25 ottobre 2019 ad oggetto “Ordinamento delle funzioni centrali e territoriali dell’INPS” è stato definito il nuovo assetto organizzativo dell’Istituto che comprende i posti funzione di livello dirigenziale generale come da tabella disponibile nel messaggio.

    Il personale appartenente al ruolo dirigenziale dell’Istituto potrà inviare, entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente messaggio, la manifestazione di disponibilità per i predetti posti funzione utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito intranet dell’Istituto.

    L’interpello di cui al presente messaggio è rivolto anche ai dirigenti appartenenti ai ruoli di altre amministrazioni pubbliche ai sensi dell’articolo 19, comma 5 bis del d.lgs. 165/2001, ovvero, ai soggetti di cui all’articolo 19, comma 6 del medesimo decreto legislativo.


    08:00
  • 21/11/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di ottobre 2019. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 25.845.527, in aumento del 35,3% rispetto allo stesso mese del 2018 (19.095.558).
    Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 12.340.389, in aumento del 67,1% rispetto a ottobre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 13.490.566, in aumento del 16% rispetto a ottobre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 14.572, in diminuzione del 81,5% rispetto a ottobre 2018.

    A settembre 2019 sono state presentate 223.368 domande di NASpI, 1.333 di DIS-COLL e sei di mobilità, per un totale di 224.707 domande, segnando un incremento dello 0,76% rispetto a settembre 2018.
    In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus novembre 2019 (pdf 1,02MB) con i dati di ottobre 2019.


    08:00
  • 20/11/2019
  • Con la circolare INPS 19 novembre 2019, n. 141 si illustrano le novità normative introdotte dalla legge 2 novembre 2019, n. 128, che ha ampliato le tutele previdenziali relative all’indennità giornaliera di malattia e all’indennità di degenza ospedaliera per i lavoratori iscritti alla Gestione Separata.

    Per i soggetti iscritti alla Gestione Separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, le indennità vengono corrisposte a condizione che nei confronti dei lavoratori interessati risulti attribuita una mensilità della contribuzione dovuta nei 12 mesi precedenti la data di inizio dell'evento o di inizio del periodo indennizzabile. La misura dell'indennità di degenza ospedaliera è stata aumentata del 100%. Di conseguenza è stata aggiornata la misura dell'indennità giornaliera di malattia.

    L’INPS fornisce chiarimenti sulle categorie di lavoratori interessati, sugli eventi rientranti nella normativa, sui requisiti e sui nuovi importi.


    08:00
  • 19/11/2019
  • L’Istituto, con la circolare INPS 18 novembre 2019, n. 140, fornisce chiarimenti in relazione all’ambito di applicazione e modalità di accesso per la fruizione dei riposi giornalieri nel caso di padre lavoratore dipendente e madre lavoratrice autonoma.

    Il padre lavoratore dipendente può fruire dei riposi alla nascita o dall’ingresso in famiglia/Italia in caso di adozioni o affidamenti nazionali o internazionali del minore, a prescindere dalla fruizione dell’indennità di maternità della madre lavoratrice autonoma.

    La fruizione dei riposi giornalieri non è possibile nei casi in cui la madre lavoratrice autonoma si trovi in congedo parentale o in caso di parto plurimo, come “ore aggiuntive” rispetto a quelle previste dall’articolo 39 dello stesso decreto legislativo (ovvero quelle fruibili dalla madre), per l’evidente impossibilità di “aggiungere” ore quando la madre non ha diritto ai riposi giornalieri.


    08:00
  • 18/11/2019
  • L’Istituto, con il messaggio 18 novembre 2019, n. 4211, fornisce ulteriori chiarimenti a integrazione della circolare INPS 12 maggio 2015, n. 94, riguardo alla  decorrenza del termine per la presentazione della domanda di indennità NASpI in presenza di evento di malattia.

    Per i lavoratori dipendenti a tempo determinato, nel caso di evento di malattia comune indennizzabile da parte dell’INPS o infortunio sul lavoro/malattia professionale indennizzabile dall’INAIL insorto dopo la data di cessazione del rapporto di lavoro, il termine di presentazione della domanda di NASpI rimane sospeso per un periodo pari alla durata della malattia e riprende a decorrere, al termine del suddetto evento, per la parte residua.

    Inoltre, laddove la malattia comune indennizzabile da parte dell’INPS o infortunio sul lavoro/malattia da parte dell’INAIL, insorga durante il rapporto di lavoro e si protragga oltre la cessazione dello stesso, il termine per la presentazione della domanda di NASpI decorre dalla fine dell’evento di malattia/infortunio.

    Per la specifica categoria di lavoratore subordinato, nel caso in cui non sia normativamente prevista la tutela della malattia oltre la data di cessazione del rapporto di lavoro, il termine di presentazione della domanda di NASpI non può essere sospeso e, pertanto, decorre secondo le regole ordinarie.


    08:00
  • 15/11/2019
  • È stato pubblicato il bando di concorso Assegni di frequenza e Contributi formativi - Gestione Magistrale.

    Il bando prevede l’attribuzione di 85 assegni di frequenza in favore di orfani di iscritti alla Gestione Magistrale e di 170 contributi formativi in favore di figli, portatori di handicap, di iscritti alla stessa Gestione.

    La domanda deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica dalle 12 del 25 novembre alle 12 del 27 dicembre 2019 .


    08:00
  • 14/11/2019
  • Sono stati pubblicati i dati relativi al 2018 dell’Osservatorio Lavoratori dipendenti, Osservatorio sul mondo agricolo e Osservatorio Lavoratori pubblici.

    Nell’Osservatorio Lavoratori dipendenti sono riportate le informazioni sui lavoratori dipendenti non agricoli assicurati presso l’INPS con esclusione dei dipendenti pubblici per i quali non vige l’obbligo della contribuzione per le prestazioni temporanee. Vengono analizzate, in particolare, le statistiche relative alle categorie dei Dipendenti, dei Somministrati e degli Intermittenti.

    L’Osservatorio sul mondo agricolo prende in esame, rispettivamente, le aziende e gli operai agricoli dipendenti e le aziende e i lavoratori agricoli autonomi.

    Nell’Osservatorio Lavoratori pubblici, infine, sono riportate informazioni sui lavoratori della Gestione Dipendenti Pubblici assicurati presso l’INPS che abbiano avuto almeno una giornata retribuita nel corso del mese o dell’anno considerato con dati provenienti dall’Archivio amministrativo delle denunce retributive mensili flusso dipendenti pubblici (Uniemens-Lista PosPA).


    08:00
  • 13/11/2019
  • Con il decreto interministeriale 7 agosto 2019 è stato rideterminato, per il 2018, il valore del contributo a carico degli iscritti al Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica (Fondo Clero).

    Tale contributo è di 1.741,08 euro annui (290,18 euro bimestrali e 145,09 euro mensili) e resta provvisoriamente confermato anche per gli anni 2019, 2020 e 2021, fino a che non sarà emanato un nuovo decreto che ne vari l’ammontare.

    La circolare INPS 13 novembre 2019, n. 138, oltre a comunicare il valore del contributo per il 2018 e l’importo dovuto a titolo di conguaglio, illustra le modalità di pagamento autonome e quelle cumulative.

    La circolare, inoltre, ricorda che, per le sole integrazioni dovute a conguaglio per il 2018 e per il 2019, la scadenza del versamento senza aggravio di interessi è il 31 marzo 2020.


    08:00
  • 12/11/2019
  • Con la circolare INPS 6 settembre 2019, n. 121 sono state fornite le indicazioni per il versamento della maggiorazione del contributo addizionale NASpI, dovuto nei casi di rinnovo del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, ai sensi del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87.

    Con il successivo messaggio 24 settembre 2019, n. 3447 il termine di pagamento della maggiorazione del contributo, relativa al periodo compreso tra il 14 luglio 2018 e agosto 2019, è stato prorogato a ottobre 2019.

    Sono arrivate, tuttavia, diverse richieste di chiarimento sul pagamento della maggiorazione, nei casi di rapporti di lavoro a tempo determinato, anche in somministrazione, rinnovati per un numero di volte molto elevato e comunque superiore a nove. Con il messaggio 8 novembre 2019, n. 4098, l’Istituto fornisce le istruzioni per la compilazione del flusso UNIEMENS, a cui il datore di lavoro dovrà attenersi per un corretto calcolo contributivo.


    08:00
  • 11/11/2019
  • Con la circolare INPS 19 luglio 2019, n. 104 sono state fornite le indicazioni sugli incentivi destinati ai datori di lavoro per l’assunzione di beneficiari del Reddito di Cittadinanza, previsti dalla legge 28 marzo 2019, n. 26.

    Con il messaggio 8 novembre 2019, n. 4099 si rende noto che, nel Portale delle agevolazioni (ex DiResCo), entro il 15 novembre 2019 sarà disponibile il modulo di richiesta dell’agevolazione, denominato “SRDC – Sgravio Reddito di Cittadinanza”.

    I datori di lavoro interessati all’incentivo dovranno inviare la domanda online, nonché la determinazione dell’importo e della durata.

    Nel messaggio vengono spiegati quali controlli effettuerà l’INPS, una volta ricevuta la domanda, mediante i propri sistemi informativi, e vengono fornite le istruzioni relative agli adempimenti a cui dovranno attenersi i datori di lavoro.


    08:00
  • 08/11/2019
  • La Direzione centrale Studi e ricerche dell’INPS ha organizzato, negli ultimi mesi, un ciclo di seminari di riflessione sul tema dell’output gap (la differenza tra il Prodotto Interno Lordo effettivo e quello potenziale), del tasso di disoccupazione strutturale e degli obiettivi di medio periodo della finanza pubblica. Il 14 e il 27 novembre 2019 si terranno a Roma, a Palazzo Wedekind, i seminari di chiusura.

     

    Giovedì 14 novembre, dalle 17 alle 18, è in programma il seminario dal titolo “Alcuni recenti risultati della ricerca in Banca d’Italia su NAIRU e PIL potenziale stimato con il metodo della funzione di produzione”. Tratteranno l’argomento Francesco D’Amuri (Servizio struttura economica, Banca d’Italia), Andrea Nobili (Servizio congiuntura e politica monetaria, Banca d’Italia), Roberto Torrini (Servizio struttura economica, Banca d’Italia) e Francesco Zollino (Servizio congiuntura e politica monetaria, Banca d’Italia).

     

    Mercoledì 27 novembre, sempre dalle 17 alle 18, si terrà il seminario sul tema “Il dibattito sulle regole fiscali in Europa e le proposte dell’European Fiscal Board”. Relatore sarà Massimo Bordignon, professore presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

    Per partecipare ai seminari contattare dcstudiericerche@inps.it.


    08:00
  • 06/11/2019
  • Il Reddito di Cittadinanza e la Pensione di Cittadinanza hanno superato la quota di un milione di domande accolte. Più precisamente al 31 ottobre 2019 sono state accolte 900.283 domande di Reddito di Cittadinanza e 120.327 domande di Pensione di Cittadinanza, per un totale di 1.020.610 di nuclei familiari raggiunti dalla misura di contrasto alla povertà.

    Le tre regioni nelle quali sono state accolte più domande sono: Campania (RdC 177.194, PdC 17.731), Sicilia (RdC 158.675, PdC 17.997) e Puglia (RdC 84.315, PdC 9.474).

    A guidare la classifica delle città per numero di domande accolte di RdC e PdC c’è Napoli con 42.876 domande, a seguire Roma con 37.562, Palermo con 29.698 e Milano con 19.640.

    Il totale delle domande di RdC e PdC presentate, invece, ha raggiunto quota 1.555.588.


    08:00
  • 05/11/2019
  • Martedì 5 novembre 2019, presso il salone Renato Angiolillo di Palazzo Wedekind, il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’Istituto ha presentato il Rendiconto sociale INPS 2018.

    L’evento è stato aperto da Sabina Valentini, vicepresidente CIV, che ha evidenziato che il Consiglio quest’anno non ha voluto solo fotografare quanto fatto dall’Istituto nel corso del 2018, ma ha inteso anche mettere a fuoco l’impegno profuso nel 2019, considerando l’INPS come un organismo in costante movimento ed evoluzione.

    A seguire, il presidente del CIV Guglielmo Loy ha affermato che il Rendiconto sociale è un’analisi chiara che esplicita l’ammontare delle spese per prestazioni e funzionamento, le entrate legate alla fiscalità generale e le entrate contributive da parte dell’INPS. Il documento, nella cui stesura sono coinvolti sia il Consiglio di indirizzo e Vigilanza sia i Comitati regionali, è uno strumento che ha un notevole peso nel dibattito pubblico sui temi del welfare e che si propone di trasformare i dati contabili in una analisi più strettamente sociale.

    Ha chiuso i lavori Nunzia Catalfo, Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, intervenuta sulle politiche dell’occupazione, con particolare riferimento all’Anticipo pensionistico, all’APE Sociale, al Reddito di cittadinanza e alla protezione sociale.

    Fotogallery


    08:00
  • 04/11/2019
  • Con il messaggio 31 ottobre 2019, n. 3971, l’Istituto riassume gli adempimenti a cui è tenuto il datore di lavoro nel caso in cui il rapporto di lavoro risulti sospeso per aspettativa o distacco sindacale del lavoratore, ovvero per aspettativa per cariche pubbliche elettive.

    A partire da gennaio 2020 viene introdotto l’obbligo di comprovare il distacco e l’aspettativa attraverso la denuncia UNIEMENS, che sostituirà le attestazioni cartacee finora in uso.

    Il messaggio evidenzia, inoltre, l’obbligatorietà di presentazione della denuncia anche per i mesi successivi all’inizio del distacco o dell’aspettativa.

    Viene infine introdotto il nuovo codice di cessazione “3D” per comunicare la sospensione dal lavoro per distacco sindacale.


    08:00
  • 30/10/2019
  • Le possibilità di analisi integrate offerte dall’uso dei dati amministrativi si stanno progressivamente diffondendo sia nel contesto nazionale che europeo.

    Il 29 novembre 2019 si terrà a Roma un workshop organizzato da INPS e Banca d’Italia dal titolo “Labour market analysis: new opportunities with administrative data”.

    L’importante occasione di confronto verterà, quindi, sull’utilizzo dei dati amministrativi finalizzato all’analisi delle tematiche legate al mercato del lavoro.

    Il workshop sarà ospitato presso il Centro Convegni “Carlo Azeglio Ciampi” e vedrà la partecipazione di numerosi studiosi. La keynote lecture sarà presentata dal Prof. Johannes Spinnewijn (London School of Economics).

    Durante il pranzo è prevista una poster session in cui saranno presentate le ricerche portate a termine all’interno del programma “VISITINPS”.

    In allegato il programma del workshop.

    Per ogni domanda e per partecipare al workshop, contattare labour_boiinps@bancaditalia.it.


    08:00
  • 28/10/2019
  • Il messaggio 2 novembre 2018, n. 4077 ha confermato le novità relative alle modalità di accertamento dell'esistenza in vita introdotte con il messaggio 30 agosto 2017, n. 3378, con il quale sono descritti i servizi di pagamento affidati a Citibank e le modalità di frazionamento dei pensionati interessati in base all’area geografica di residenza.

    Il messaggio 25 ottobre 2019, n. 3884 conferma le istruzioni sull’invio della prova dell’esistenza in vita e informa che Citibank ha avviato il processo di spedizione della lettera esplicativa e del modulo standard di attestazione ai pensionati residenti in Africa, Oceania ed Europa, a esclusione dei Paesi Scandinavi e dei Paesi dell’Est Europa.

    Nella lettera è indicato che la restituzione del modulo di attestazione dell’esistenza in vita dovrà avvenire entro il 13 febbraio 2020. Nel caso in cui l’accertamento non sia stato completato entro questo termine, il pagamento della rata di marzo 2020 sarà localizzato presso gli sportelli Western Union per la riscossione in contanti, che costituirà prova dell’esistenza in vita.

    Vengono specificate, inoltre, determinate categorie di pensionati escluse dall’accertamento generalizzato dell’esistenza in vita.

    Per i pensionati residenti in Australia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti, l’Istituto ha fornito a Citibank una lista di patronati autorizzati ad accedere al portale predisposto, con il fine di attestare telematicamente l’esistenza in vita.

    L’Istituto ricorda, infine, che è attivo il Servizio Clienti della banca a supporto di pensionati, operatori di consolati, delegati e procuratori, per fornire assistenza riguardo alla procedura di attestazione dell’esistenza in vita con le seguenti modalità:

    • visitando la pagina web dedicata;
    • inviando un messaggio di posta elettronica all'indirizzo inps.pensionati@citi.com;
    • telefonando a uno dei numeri telefonici indicati nella lettera esplicativa.

    08:00
  • 25/10/2019
  • L’Istituto, con la circolare INPS 4 ottobre 2019, n. 129, ha proceduto alla ricognizione normativa e operativa riferita alla gestione e valorizzazione ai fini pensionistici della contribuzione aggiuntiva a favore dei lavoratori collocati in aspettativa o distacco sindacale.

    Con particolare riferimento alla contribuzione aggiuntiva per gli iscritti ai fondi esclusivi (comprensivi della Gestione Dipendenti Pubblici) e ad alcuni fondi sostitutivi gestiti dall’INPS, nella circolare si precisa che la valorizzazione della stessa ai fini pensionistici viene realizzata non solo per la determinazione della cosiddetta quota B di pensione, ma anche ai fini della determinazione della quota A.

    Per questi lavoratori, ai fini dell’individuazione in termini generali e in via preventiva degli emolumenti che rilevano anche ai fini del computo della cd. quota A di pensione, occorre che gli stessi soddisfino entrambi i caratteri della “fissità” e “continuità”.

    Con il messaggio 25 ottobre 2019, n. 3872, l’Istituto fornisce ulteriori chiarimenti in merito a una più puntuale individuazione dei requisiti e dell’arco temporale di conferimento degli incarichi che può essere valorizzato.

    Nel messaggio sono precisate, inoltre, alcune modalità operative di liquidazione pensionistica riguardanti gli iscritti alla Gestione pubblica e i rimandi normativi per la gestione in posizione assicurativa dei periodi interessati dalla contribuzione aggiuntiva.


    09:00
  • 24/10/2019
  • Al fine di precisare gli ambiti di competenza del Progetto nazionale Estratto conto dipendenti pubblici (Progetto ECO) e semplificare l’individuazione delle attività in capo alle sedi territoriali INPS, l’Istituto fornisce agli utenti interessati alcuni chiarimenti in merito alle rispettive pertinenze attribuite.
    In particolare, il Progetto ECO provvede:

    • alla sistemazione del periodo di lavoro svolto dai dipendenti INPS presso l’ex INPDAP;
    • alla lavorazione delle pratiche cd. ante subentro del personale amministrativo e giudiziario del Ministero della Giustizia e del personale scolastico del MIUR Roma, Milano e Napoli;
    • alla sistemazione delle posizioni assicurative interessate dalla lavorazione delle pratiche c.d. ante subentro.

    Restano assegnate alle sedi territoriali, invece, le attività di acquisizione dei periodi contributivi riconosciuti nei provvedimenti già inviati alle varie sedi per le domande ante subentro definite dai Ministeri, la certificazione del diritto a pensione, la liquidazione e gestione delle pensioni, l’eventuale sistemazione dei conti individuali per la parte relativa ai periodi di lavoro assicurati nelle Casse della Gestione privata, l’accertamento e il recupero contributivo.


    09:00
  • 22/10/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza. All’8 ottobre 2019 risultano pervenute all’INPS 1.522.874 domande, di cui 982.158 sono state accolte, 125.931 sono in lavorazione e 414.785 sono state respinte o cancellate.

    La maggior parte dei benefici sono stati erogati a nuclei residenti nelle regioni del Sud e nelle Isole con 848.993 domande (55,7%), seguite dalle regioni del Nord con 424.712 domande (27,9%) e da quelle del Centro con 249.169 domande (16,4%).

    Dei 982.158 nuclei le cui domande sono state accolte, 38.855 sono decaduti dal diritto, 825.349 riguardano nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza, con 2.150.698 di persone coinvolte. I restanti 117.954 sono nuclei percettori di Pensione di Cittadinanza, con 134.157 persone coinvolte..


    09:00
  • 21/10/2019
  • Sono stati pubblicati sul sito del Notariato gli atti necessari a partecipare alle aste immobiliari  di unità di proprietà dell’Istituto collocate in Veneto, Emilia Romagna, Puglia, Lombardia, Toscana, Liguria.

    Le aste si svolgeranno in modalità telematica dal 26 al 29 novembre 2019.

    Alla pagina RAN - Rete Aste Notarili è possibile consultare il bando integrale, il disciplinare e l’elenco dei lotti in asta con i relativi avvisi e documentazione.


    09:00
  • 18/10/2019
  • Con messaggio 17 ottobre 2019, n. 3750, l’INPS segnala agli iscritti alla Gestione Artigiani e alla Gestione Commercianti l’inizio delle elaborazioni degli avvisi bonari relativi alla rata di agosto 2019.

    Gli avvisi bonari sono a disposizione del contribuente nel Cassetto previdenziale artigiani e commercianti, dove è possibile consultare anche la relativa comunicazione.

    Agli iscritti, o ai loro intermediari, che abbiano fornito un indirizzo di posta elettronica verrà inviata una email di alert.


    09:00
  • 17/10/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di settembre 2019. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 17.194.330, in aumento del 51,9% rispetto allo stesso mese del 2018 (11.318.629).

    Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 5.651.790, in aumento del 2,7% rispetto a settembre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 11.521.573, in aumento del 99,2% rispetto a settembre 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 20.967, in diminuzione del 30,9% rispetto a settembre 2018.

     

    Ad agosto 2019 sono state presentate 99.127 domande di NASpI, 2.256 di DIS-COLL e 14 di mobilità, per un totale di 101.397 domande, segnando un incremento dell’11,76% rispetto ad agosto 2018.

    In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus ottobre 2019 (pdf 824KB) con i dati di settembre.


    09:00
  • 16/10/2019
  • Con riferimento ai comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e del 2017, l’articolo 8, comma 1, lett. b), del decreto–legge 14 ottobre 2019, n. 111 ha disposto che gli adempimenti e i versamenti contributivi sospesi vengano effettuati entro il 15 gennaio 2020, prorogando il termine precedentemente fissato al 15 ottobre 2019.

    Lo rende noto l’INPS con il messaggio 15 ottobre 2019, n. 3721.

    I versamenti contributivi devono essere effettuati in unica soluzione entro il 15 gennaio 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi, ovvero mediante rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili dello stesso importo, con il versamento dell’importo della prima rata sempre entro il 15 gennaio 2020.

    Con un successivo messaggio, l’Istituto fornirà le istruzioni operative per l’effettuazione del versamento della contribuzione sospesa.


    09:00
  • 15/10/2019
  • È stato pubblicato il bando di concorso del programma ITACA per l’anno scolastico 2020-2021, finalizzato all’erogazione di borse di studio per soggiorni scolastici all’estero.

    Il bando è rivolto ai figli o orfani ed equiparati di:

    • dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali;
    • pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).

    La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 15 ottobre alle 12 del 22 novembre 2019.


    09:00
  • 14/10/2019
  • Istituzioni e cittadini sono più vicini grazie a “INPS per tutti”, l’iniziativa nata dalla volontà di favorire l’integrazione sociale e promuovere il contrasto alla povertà.

    Per raggiungere questi obiettivi l’INPS, come spiegato nel messaggio 11 ottobre 2019, n. 3685, mette in campo azioni mirate a facilitare l’accesso alle prestazioni assistenziali e previdenziali per i soggetti più bisognosi, recandosi nei luoghi dove questi si trovano e offrire loro il supporto necessario.

    L’iniziativa è rivolta alle fasce più deboli della popolazione, come:

    • persone in stato di povertà assoluta, senzatetto o senza fissa dimora;
    • abitanti di Comuni distanti dagli uffici dell’INPS;
    • utenti non consapevoli dei propri diritti.

    Indicazioni sugli info point

    Il primo progetto che viene attuato nell’ambito di “INPS per tutti” interessa, in particolare, le realtà cittadine metropolitane. Le città di Roma, Milano, Napoli, Bologna, Torino e Bari si sono già attivate predisponendo degli info point per l’avvio del progetto a partire da ottobre. Di seguito le indicazioni sugli info point:

    Per il Comune di Roma:

    • Centro Astalli, presso via del Collegio Romano n. 1;
    • Comunità di S. Egidio, presso via Arco di San Callisto n. 10;
    • Istituto Opera Don Calabria, via Giambattista Soria, 11;
    • C.R.S. – Cooperativa Roma solidarietà (Caritas), presso le sedi (alternate) di via di Porta San Lorenzo, 7 e di via delle Zoccolette, 19;
    • Virtus Italia, con presidio a mezzo camper su piazza dei Cinquecento.

    Per il Comune di Bari:

    • Segretariato sociale del Comune di Bari, sito in piazza Chiurlia n. 21 (apertura lunedì dalle 9 alle 13);
    • Centro di accoglienza per senza dimora “Don Vito Diana”, sito in via Curzio dei Mille n. 74, per contatti: telefono: 370/1422428.

    Per il Comune di Torino:

    • Distretto nord-ovest, Polo inclusione sociale, via Valdellatorre, 138;
    • Distretto nord-est, Polo inclusione sociale, via Leoncavallo, 17;
    • Distretto sud-est, Polo inclusione sociale, via Ormea, 45;
    • Distretto sud-ovest, Polo inclusione sociale, via De Sanctis, 12;
    • Polo inclusione prevenzione e fragilità, via Bruino, 4.

    Le comunicazioni via email con il Comune di Torino potranno essere trasmesse all’indirizzo progettoinpspertutti@comune.torino.it

    Per il Comune di Milano:

    • Casa Jannacci – viale Ortles, 69 – 20139 Milano - Municipio 5, per contatti telefono: 02/88445239;
    • C.A.S.C. - Centro aiuto Stazione Centrale, via Sammartini Giovanni Battista, 120, per contatti: telefono: 02/88447645; e-mail: Pss.casc@comune.milano.it

    Per il Comune di Napoli:

    • Albergo dei Poveri, via Bernardo Tanucci.

    Per il Comune di Bologna:

    • Servizio Bassa Soglia, via Albani, 2/10;
    • Pronta accoglienza San Sisto, via Viadagola, 5;
    • Sportello lavoro, vicolo Bolognetti, 2;
    • Insieme per il lavoro, piazza Rossini, 3, telefono: 051/659 8218.

    Gli sportelli sociali potranno essere contattati al numero 051/2197878. Le comunicazioni via email, potranno essere inviate all’indirizzo sportellosocialebologna@comune.bologna.it

    Il questionario “INPS per tutti”

    Per verificare i requisiti di accesso al Reddito o alla Pensione di Cittadinanza, e alle altre prestazioni erogate dall’Istituto, è disponibile il questionario INPS per tutti che guiderà interattivamente l’utente all’interno di un percorso consulenziale automatizzato ma personalizzato.

    Il questionario sarà mirato, in particolare, a conoscere l’esistenza del diritto alle seguenti prestazioni:

    • Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza;
    • assegno familiare dei Comuni;
    • assegno di maternità dei Comuni;
    • Bonus Bebè;
    • premio alla nascita;
    • bonus asilo nido;
    • NASpI
    • assegno sociale;
    • invalidità civile.

    In occasione dell’evento di presentazione dell’iniziativa, è stato proiettato un videomessaggio di saluto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

    Vai al video del Presidente del Consiglio

    Nel comunicato stampa (pdf 151KB) gli interventi delle autorità presenti all’incontro.


    09:00
  • 11/10/2019
  • I beneficiari delle prestazioni pensionistiche e previdenziali interessati all’applicazione dell’aliquota maggiore degli scaglioni annui di reddito e/o al non riconoscimento, in misura totale o parziale, delle detrazioni d’imposta per reddito, di cui all’articolo 13 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), sono tenuti a darne comunicazione all’INPS ogni anno, per ciascun periodo d’imposta.

    Dal 15 ottobre 2019, come indicato nel messaggio 24 ottobre 2019, n. 3853, è possibile inviare le richieste  è possibile inviare le richieste per il 2020, compilando la dichiarazione tramite il servizio online Detrazioni fiscali - domanda e gestione.

    In assenza di tali richieste, l’Istituto procederà ad applicare le aliquote per scaglioni di reddito e a riconoscere le detrazioni d’imposta sulla base del reddito erogato.


    09:00
  • 10/10/2019
  • Con riferimento ai comuni del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016 e del 2017, la legge 14 giugno 2019, n. 55 ha stabilito che gli adempimenti e i versamenti dei contributi sospesi vengano effettuati in unica soluzione entro il 15 ottobre 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi.

    In alternativa, possono essere rateizzati, fino a un massimo di 120 rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, versando l’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019.

    Il messaggio 6 settembre 2019, n. 3247 fornisce le istruzioni operative, riferite alle diverse gestioni previdenziali, per il versamento in unica soluzione dei contributi sospesi.

    Con il messaggio 9 ottobre 2019, n. 3646, l’Istituto fornisce indicazioni per il versamento mediante rateizzazione dei contributi sospesi e per la presentazione della relativa domanda, che deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica, direttamente dal titolare, dal legale rappresentante o dagli intermediari abilitati.


    09:00
  • 09/10/2019
  • Per la generalità dei datori di lavoro l’aliquota CUAF (il contributo per il finanziamento dell’assegno per il nucleo familiare) si attesta nella misura del 6,20%.

    Per i datori di lavoro che hanno alle dipendenze lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), il contributo è stato ridotto al 2,48%.

    Con il messaggio 8 ottobre 2019, n. 3635 l’Istituto informa che, per i lavoratori iscritti al Fondo ex IPOST, il contributo di finanziamento dell’assicurazione relativa agli assegni per il nucleo familiare si attesta nella misura del 4,40%.

    Nel messaggio vengono illustrate le modalità operative per l’adeguamento anagrafico aziendale e per il versamento dei contributi arretrati.


    09:00
  • 08/10/2019
  • Con il messaggio 4 ottobre 2019, n. 3604, l’Istituto fornisce chiarimenti in merito all’accertamento del diritto a percepire la maggiorazione dell’importo dell’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) in caso di presenza di minorenni inabili all’interno del nucleo.

    Ai fini del riconoscimento della maggiorazione possono essere presi in considerazione anche i soggetti fruitori dell’indennità di frequenza. Per poter beneficiare dell’ANF con importi maggiorati, tuttavia, è necessario il parere dei medici legali dell’INPS.

    Se il minore è stato già valutato e storicizzato presso l’Istituto, inoltre, non è più necessario subordinare la domanda di ANF all’autorizzazione. In questo caso viene quindi meno la necessità di presentazione della domanda di autorizzazione ANF.


    09:00
  • 07/10/2019
  • L’Istituto, con la circolare INPS 4 ottobre 2019, n. 129, fornisce istruzioni per superare le criticità emerse in ordine ad alcuni aspetti applicativi della normativa utile all’esatta determinazione dell’imponibile della contribuzione facoltativa e la sua corretta valorizzazione ai fini pensionistici.

    La circolare si rivolge, in particolare, alla contribuzione aggiuntiva a favore dei lavoratori collocati in aspettativa sindacale, ovvero in distacco sindacale con diritto alla retribuzione a carico del datore di lavoro e analizza la natura della contribuzione aggiuntiva, la base imponibile per la determinazione della stessa, le modalità e i termini entro cui provvedere al versamento, nonché i riflessi pensionistici nelle gestioni previdenziali private, pubbliche e in alcuni fondi sostitutivi.

    In base alle nuove regole, la contribuzione aggiuntiva pagata dal sindacato, infatti, inciderà appieno sulla pensione solo se la relativa indennità (su cui la contribuzione è calcolata) soddisfi i caratteri di fissità e di continuità. Inoltre, quando gli incarichi sono più di uno, contemporanei, le relative indennità (e contribuzioni aggiuntive) non si sommeranno, ma se ne potrà prendere in considerazione una soltanto, quella d'importo maggiore.

    La domanda va inoltrata per ogni lavoratore in tempo utile a consentire la completa istruttoria e comunque in considerazione del termine fissato per il relativo versamento, ossia entro il 30 settembre dell'anno successivo a quello in cui ha avuto corso o si è protratta l'aspettativa o il distacco sindacale.

    Le nuove regole hanno effetto a partire dalla contribuzione aggiuntiva del 2019 anche per incarichi sindacali conferiti precedentemente al 4 ottobre 2019.


    09:00
  • 03/10/2019
  • Con il messaggio 2 ottobre 2019, n. 3568, l’Istituto comunica che dal 4 ottobre i beneficiari di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza che hanno presentato la domanda a marzo 2019 possono integrarla collegandosi al link https://serviziweb2.inps.it/RedditoCittadinanza/autocertificazione. A partire dal 4 ottobre gli interessati sono avvisati tramite i recapiti sms o email da loro indicati.

    Le prime domande di RdC e PdC, infatti, sono state presentate a partire dal 6 marzo, utilizzando un modello successivamente cambiato, il 2 aprile, a seguito delle modifiche apportate dalla legge di conversione (legge 28 marzo 2019, n. 26) del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.

    La legge di conversione ha previsto un regime transitorio di salvaguardia delle richieste presentate prima della sua entrata in vigore, stabilendo che il beneficio potesse essere erogato per un periodo non superiore a sei mesi anche in assenza della nuova documentazione richiesta. Le domande presentate a marzo e accolte sono state così poste in pagamento fino a settembre 2019. Da ottobre occorre però allineare il contenuto delle dichiarazioni.

    Per evitare che i beneficiari di RdC e PdC con domanda presentata a marzo, e quindi con decorrenza aprile, debbano nuovamente presentare domanda e per garantire la continuità nell’erogazione del beneficio economico, i nuclei familiari interessati potranno integrare le dichiarazioni di responsabilità e prendere atto delle informative aggiornate collegandosi al link sopra riportato, per il quale non è richiesto il PIN e che è anche indicato nel messaggio loro inviato.

    Il richiedente dovrà inserire:

    • il protocollo della pratica RdC/PdC (esempio: INPS-RDC-2019-xxxxx);
    • il codice fiscale
    • il codice alfanumerico ricevuto via email o sms.

    Il collegamento alla pagina rimarrà sempre attivo. Solo per le domande aggiornate fino al 21 ottobre, però, sarà possibile l’elaborazione nei tempi utili per la liquidazione della rata spettante per la mensilità di ottobre. Per chi effettuerà l’aggiornamento dopo il 21 ottobre, la prestazione resterà sospesa sino all’acquisizione della dichiarazione.

    Comunicato stampa (pdf 132KB)


    09:00
  • 01/10/2019
  • La sede provinciale di Brescia resterà chiusa martedì 1° ottobre 2019 per inagibilità. A seguito dei principi di incendio che si sono verificati nello stabile, infatti, la sede è stata dichiarata inagibile dai vigili del fuoco.

    La necessità di interrompere l'energia elettrica comporterà l'interruzione della linea dati anche nelle agenzie territoriali.

    Ulteriori comunicazioni saranno tempestivamente fornite dopo le verifiche tecniche che saranno effettuate in data odierna dall'Ufficio tecnico regionale.


    09:00
  • 30/09/2019
  • È stato pubblicato il bando di concorso “Master universitari di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento 2019-2020”. Il bando è rivolto ai figli e orfani degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e iscritti alla Gestione Magistrale.

    La domanda deve essere trasmessa dal beneficiario dalle 12 del 3 ottobre alle 12 del 30 ottobre 2019.


    09:00
  • 27/09/2019
  • Pubblicato il bando di concorso Supermedia, relativo all’anno scolastico 2018-2019, per l’erogazione di borse di studio destinate agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

    Il bando è rivolto ai figli o orfani ed equiparati degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale, dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e dei dipendenti ex IPOST.

    La domanda può essere inviata a decorrere dalle 12 del 4 ottobre, entro le 12 del 25 ottobre 2019.


    09:00
  • 26/09/2019
  • Con la circolare INPS 25 settembre 2019, n. 128, l'Istituto illustra le novità normative conseguenti all'entrata in vigore del decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116, che ha esteso la tutela previdenziale assistenziale obbligatoria ai magistrati onorari, prevedendo l’iscrizione dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari alla Gestione Separata.

    Nella circolare vengono fornite le istruzioni relative al loro inquadramento contributivo nella Gestione Separata, in vigore dal 2017. Vengono indicate, inoltre, le modalità di determinazione del reddito imponibile e della relativa contribuzione dovuta, oggetto di calcolo nell’ambito della dichiarazione dei redditi per ciascun periodo d’imposta.

    I magistrati onorari, per i quali è previsto l’obbligo di assicurazione alla Gestione Separata, devono iscriversi alla gestione stessa, inviando la domanda attraverso uno dei seguenti canali:

    • servizio online dedicato;
    • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
    • intermediari dell’Istituto.

    I termini di pagamento del contributo previdenziale coincidono con quelli previsti per il pagamento delle imposte fiscali e l’aliquota da applicare sul reddito prodotto è del 25,72% (di cui il 25% ai fini previdenziali per invalidità, vecchiaia e superstiti e lo 0,72% ai fini assistenziali per malattia, maternità, degenza ospedaliera).


    09:00
  • 25/09/2019
  • L’Istituto, con la circolare INPS 6 settembre 2019, n. 121, ha fornito le istruzioni operative relative alle modalità espositive dei lavoratori per i quali i datori di lavoro siano tenuti al versamento della maggiorazione del contributo addizionale NASpI, nei casi di rinnovo del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato. 

    Con il messaggio 24 settembre 2019, n. 3447, l’INPS informa che il termine di esposizione di tale contribuzione, nel periodo compreso tra il 14 luglio 2018 e agosto 2019, è prorogato al mese di ottobre 2019

    Pertanto, i datori di lavoro, nel flusso di competenza settembre o ottobre 2019, provvederanno a esporre per ogni singolo lavoratore i valori complessivi relativi a ognuno dei rinnovi intervenuti nel periodo indicato. 


    09:00
  • 23/09/2019
  • È stato pubblicato l'Avviso Valore PA per la selezione e ricerca di corsi di formazione 2019, rivolti al personale dipendente delle pubbliche amministrazioni iscritto alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

    Dal 26 settembre al 15 ottobre 2019 i soggetti proponenti potranno presentare la proposta formativa attraverso gli operatori espressamente abilitati, utilizzando il servizio online dedicato.

    Le amministrazioni proponenti dovranno richiedere l’abilitazione ai servizi telematici compilando il modello RA013 e inviandolo alla Direzione regionale/Direzione di coordinamento metropolitano di competenza.


    09:00
  • 20/09/2019
  • Con il messaggio 20 settembre 2019, n. 3400, si comunica l’attivazione del sistema telematico per la comunicazione di cessazione TFS. L’applicazione potrà essere utilizzata dalle amministrazioni e dagli enti datori di lavoro dopo aver ottenuto l’abilitazione. Per richiedere l’abilitazione bisogna compilare il modulo RA012 e inviarlo, tramite PEC, alla struttura territoriale INPS competente.

    L’accesso a “Ultimo Miglio TFS” è già possibile per tutti coloro che sono abilitati all’applicativo “Nuova PassWeb”.

    La telematizzazione riguarda sia la modalità di acquisizione dei dati economici e giuridici, utili all’elaborazione del Trattamento di Fine Servizio che avviene tramite l’ultimo miglio TFS e la posizione assicurativa, sia attraverso l’invio della “Comunicazione di cessazione TFS”.

    Ulteriori dettagli sono contenuti nel messaggio.


    09:00
  • 19/09/2019
  • Sono stati pubblicati i dati di luglio 2019 dell’Osservatorio sul precariato. Nei primi sette mesi del 2019, nel settore privato complessivamente le assunzioni sono state 4.488.304. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la crescita ha riguardato i contratti a tempo indeterminato, di apprendistato, stagionali e intermittenti. Sono invece in diminuzione i contratti a tempo determinato e quelli in somministrazione.

    La dinamica dei flussi

    Nel periodo gennaio-luglio si conferma, rispetto al 2018, l’incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che passano da 278.873 a 439.123. In crescita risultano anche le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+20,1%).

    Le cessazioni sono state 3.497.020, in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2018: la riduzione ha riguardato le cessazioni di contratti in somministrazione e i rapporti a termine. In crescita sono invece le cessazioni di rapporti con contratto intermittente, stagionale, in apprendistato e a tempo indeterminato.

    Il lavoro occasionale

    I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) a luglio 2019 sono stati 19.414 (numero di poco inferiore rispetto allo stesso mese del 2018), con un importo lordo medio di 267 euro.

    I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) sono stati 6.599 (pressoché uguali a luglio 2018), con un importo mensile lordo medio di 199 euro.


    09:00
  • 18/09/2019
  • Nel mese di settembre il Progetto ECO dipendenti pubblici dell’INPS sta proseguendo con le attività di definizione delle domande di computo, riscatto, ricongiunzione e connesse sistemazioni dei conti individuali, sulla base dei fascicoli digitalizzati già messi a disposizione dall’AT MIUR Roma, a seguito dell’Accordo sperimentale del febbraio 2019, a partire dalle domande di prestazione dei nati nel 1953 (prossimi pensionandi di vecchiaia). A seguire saranno definite le domande giacenti dei nati tra il 1954 e il 1956.

    Alle scuole romane, tramite l'ufficio scolastico provinciale, è stato chiesto di continuare  a fornire i riscontri necessari, al fine di anticipare il più possibile le operazioni di sistemazione delle posizioni assicurative del personale scolastico.

    È in corso di definizione il rinnovo dell'Accordo sperimentale, per mezzo del quale saranno trasmessi al Progetto ECO ulteriori 3.500 fascicoli digitalizzati con le relative domande di prestazione (circa 9mila).

    Tale comunicazione è stata anche divulgata dal MIUR Ufficio Scolastico Regionale Lazio Ambito territoriale Roma, con la comunicazione “Richiesta collaborazione tra Istituzioni scolastiche e Progetto ECO INPS dipendenti pubblici” del 18 settembre 2019.

     


    09:00
  • 17/09/2019
  • Con il messaggio 17 settembre 2019, n. 3359, l’INPS fornisce chiarimenti agli operatori economici e alle strutture territoriali in merito alla compatibilità tra la titolarità di cariche sociali e l’instaurazione, tra la società e la persona fisica che l’amministra, di un autonomo e diverso rapporto di lavoro subordinato.

    La valutazione della compatibilità dello status di amministratore di società di capitali con lo svolgimento di attività di lavoro subordinato presuppone l’accertamento in concreto, caso per caso, della sussistenza delle seguenti condizioni:

    • il potere deliberativo deve essere affidato all’organo collegiale di amministrazione;
    • deve sussistere il vincolo della subordinazione, nonostante la carica sociale, all’effettivo potere di supremazia gerarchica di un altro soggetto;
    • il soggetto deve svolgere, in concreto, mansioni estranee al rapporto organico con la società.

    09:00
  • 16/09/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza. Al 4 settembre 2019 risultano pervenute all’INPS 1.460.463 domande di cui 960.007 sono state accolte, 90.812 sono in lavorazione e 409.644 sono state respinte o cancellate.

    La maggior parte dei benefici sono stati erogati a nuclei residenti nelle regioni del Sud e nelle Isole (55,6%), seguite dalle regioni del Nord (27,9%) e da quelle del Centro con 230mila domande (16,4%).

    Delle 960.007 domande accolte, 842.787 riguardano nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza, con 2.214.911 di persone coinvolte, le restanti 117.220 sono nuclei percettori di Pensione di Cittadinanza, con 13.512 persone coinvolte.

     


    09:00
  • 12/09/2019
  • Con la pubblicazione degli avvisi per la Ricerca di master universitari di I e di II livello e per la Ricerca di master per la trasformazione digitale della PA prende avvio una nuova forma di collaborazione tra l’Istituto e la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA), finalizzata al miglioramento dell’offerta formativa rivolta agli iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali.

    Si tratta della prima iniziativa di sinergia con la prestigiosa istituzione di selezione e formazione professionale della pubblica amministrazione, fondata nel 1957 e oggi punto centrale del Sistema unico di reclutamento e della formazione pubblica.

    INPS e SNA collaboreranno sia nelle fasi di ricerca dei master executive per assegnare borse di studio sia in quelle di verifica dell’efficacia delle iniziative didattiche proposte.

    Saranno, inoltre, assegnate borse di studio specifiche per la frequenza di percorsi formativi mirati alla trasformazione digitale della PA, che rappresenteranno un’occasione di crescita particolarmente qualificante per i dipendenti della pubblica amministrazione.

    Il contributo finanziario dell’INPS per l’iscrizione ai master di I e II livello è destinato esclusivamente ai dipendenti pubblici iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali.

    Il contributo finanziario della SNA per l’iscrizione ai master di II livello è rivolto, invece, a dirigenti e funzionari appartenenti ai ruoli e in servizio presso l’INPS e tutte le altre pubbliche amministrazioni.


    09:00
  • 11/09/2019
  • Il “Decreto dignità” (decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2018, n. 96) ha introdotto misure per favorire il contrasto al precariato e la limitazione dei contratti a tempo determinato.

    Con la circolare INPS 6 settembre 2019, n. 121, l’Istituto analizza le novità introdotte e fornisce indicazioni per la gestione dell’incremento del contributo addizionale NASpI dovuto nei casi di rinnovo del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato.

    Relativamente alla tipologia dei contratti a termine, i datori di lavoro, infatti, sono tenuti a versare lo 0,50% in più a titolo di contributo addizionale NASpI per ciascun rinnovo effettuato dal 14 luglio 2018.

    La circolare, specificando l’ambito di applicazione della nuova disciplina e la decorrenza, fornisce sia le istruzioni per gli adempimenti informativi da assolvere che le istruzioni contabili per i correlati obblighi contributivi.


    09:00
  • 10/09/2019
  • Sono state pubblicate le graduatorie degli ammessi con riserva del bando Convitti nazionali 2019-2020.

    Sono state pubblicate anche le graduatorie degli ammessi con riserva del bando Convitti di proprietà 2019-2020, con l’elenco delle disponibilità residue.


    09:00
  • 09/09/2019
  • L’Istituto, con la circolare INPS 6 settembre 2019, n. 122, fornisce alle amministrazioni iscritte alle Casse pensionistiche della Gestione pubblica indicazioni e chiarimenti relativi alla prescrizione dei contributi dovuti.
    La circolare rinvia al 31 dicembre 2021 la sospensione dei termini di prescrizione della contribuzione obbligatoria dovuta dalle amministrazioni pubbliche, per i periodi di competenza fino al 31 dicembre 2014, come stabilito dal  decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.
    La sospensione dei termini di prescrizione si applica alla sola contribuzione dovuta alle gestioni previdenziali amministrate dall’INPS, quindi alla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali (CPDEL), alla Cassa Pensioni Insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate (CPI), alla Cassa Pensioni Sanitari (CPS), alla Cassa Ufficiali Giudiziari (CPUG) e alla Cassa Trattamenti Pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS).

    Sono, pertanto, destinatari delle disposizioni:

      • le amministrazioni dello Stato, compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative. Sono da comprendere in questo ambito anche le accademie e i conservatori statali;
      • le aziende e amministrazioni dello Stato a ordinamento autonomo;
      • le regioni, le province, i comuni, le unioni dei comuni, le comunità montane e loro consorzi e associazioni;
      • le istituzioni universitarie;
      • gli Istituti autonomi case popolari;
      • le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
      • gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali;
      • le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale;
      • l'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni (ARAN);
      • le agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

    Sono, invece, escluse le contribuzioni pertinenti a:

      • Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);
      • fondi esonerativi e sostitutivi della Assicurazione Generale Obbligatoria;
      • fondi per l’erogazione dei trattamenti di previdenza (TFR/TFS) ai dipendenti pubblici (Fondo ex INADEL ed ex ENPAS).

    Pertanto, la contribuzione dovuta alle Casse pensionistiche sopra indicate, per ai periodi retributivi fino al 31 dicembre 2014, può essere versata entro il 31 dicembre 2021, quella per periodi che decorrono dal 1° gennaio 2015 è soggetta ai termini ordinari di prescrizione quinquennali, mentre i versamenti riguardanti dicembre 2015 potranno essere effettuati secondo i termini ordinari di prescrizione, entro il 18 gennaio 2021.


    09:00
  • 05/09/2019
  • Sono state pubblicate le graduatorie, dei vincitori e degli idonei, del bando di concorso Long Term Care – LTC, finalizzato al riconoscimento di contributi per ricoveri presso residenze sanitarie assistenziali, e Home Care Premium (HCP), per l’assistenza domiciliare dei dipendenti e pensionati pubblici, dei loro coniugi, parenti e affini non autosufficienti. Relativamente a quest’ultimo bando, è stato pubblicato anche un avviso di integrazione.


    09:00
  • 04/09/2019
  • Dal 16 al 30 settembre è possibile consultare il secondo elenco di variazione 2019 dei lavoratori agricoli.

    La pubblicazione ha valore di notifica a ogni effetto di legge, ai sensi dell’art. 38, commi 6 e 7, legge 6 luglio 2011, n. 111.


    09:00
  • 03/09/2019
  • L’INPS, con il messaggio 3 settembre 2019, n. 3176, fornisce le istruzioni per la richiesta di variazione delle coordinate IBAN per l’accredito mensile delle trattenute effettuate sulle pensioni in favore di soggetti giuridici creditori, a fronte di cessione del quinto della pensione, pignoramento presso terzi su pensione e traslazione su pensione di cessione del quinto dello stipendio.


    09:00
  • 02/09/2019
  • Nelle sedi INPS è possibile prenotare l’accesso agli sportelli, evitando così la fila. Grazie al servizio “Sportelli di sede” gli utenti possono prenotare il proprio turno non solo per la giornata in corso ma anche per quelle successive, scegliendo anche l’orario.

    Ogni sede INPS può decidere se attivare il servizio su tutti gli sportelli, o solo su alcuni.

    Gli utenti potranno scegliere la giornata e la fascia oraria più adatta alle proprie esigenze, evitando i tempi di attesa, prenotando tramite uno dei seguenti canali:

    • se in possesso di PIN, tramite il servizio “Sportelli di sede” sul Portale dell’Istituto;
    • da smartphone o tablet, tramite il servizio “Sportelli di sede” sull’app INPS Mobile;
    • tramite lo sportello di sede;
    • telefonando al Contact center, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20, al numero 803 164 (da rete fissa) o 06 164 164 (da cellulare secondo tariffe del proprio operatore).

     

    Alcune sedi stanno sperimentando l’accesso agli sportelli esclusivamente su prenotazione. In questo modo gli utenti non possono più prenotarsi in coda per la giornata corrente, ma devono scegliere un giorno e un orario ben preciso. L’obiettivo di questo sistema è azzerare o quasi i tempi di attesa.
    Tra le sedi che ricevono solo su prenotazione figura, da lunedì 2 settembre, l’Agenzia di Faenza (comprensorio dell'Agenzia di Faenza nonché della Direzione provinciale di Ravenna e dell'Agenzia di Lugo) di via Mengolina 10. In via transitoria, per non creare disagi, sarà comunque garantito l’accesso libero a uno sportello aggiuntivo dedicato alle prenotazioni, agli appuntamenti e alla consegna di documenti.
    La sede INPS di Bologna (comprensorio dei Comuni di Bologna, Castelmaggiore, Castenaso e Granarolo) di via Gramsci 6, invece, riceverà esclusivamente su prenotazione da lunedì 16 settembre. Sarà comunque garantito l’accesso libero con emissione dei ticket fino alle 11.45 solo per la consegna di documenti, per fissare appuntamenti, per estratti contributivi e Certificazioni Uniche.

    Dal 1° ottobre, l’accesso agli sportelli INPS solo con prenotazione sarà attivo anche nelle sedi di Ferrara e di Reggio Emilia (con esclusione delle Agenzie territoriali) dove sarà comunque consentito l’accesso libero per consegna di documenti, registrazione appuntamenti, estratti contributivi, Certificazioni Uniche e ObisM.

    La Direzione regionale Lombardia ha messo a disposizione degli utenti ulteriori due video per promuovere l’utilizzo del servizio:

    Nella tabella seguente è possibile vedere quali sono, ad oggi, le altre sedi che ricevono il pubblico esclusivamente su prenotazione.

    Regione Sede Data avvio

    SICILIA

    Enna

    20/05/2019

     

    Caltanissetta

    22/05/2019

     

    Ragusa

    22/05/2019

     

    Modica

    22/05/2019

     

    Vittoria

    22/05/2019

     

    Trapani

    24/05/2019

     

    Castelvetrano

    24/05/2019

     

    Mazara del Vallo

    24/05/2019

     

    Alcamo

    24/05/2019

     

    Marsala

    27/05/2019

     

    Siracusa

    27/05/2019

     

    Lentini

    27/05/2019

     

    Noto

    27/05/2019

     

    Agrigento

    27/05/2019

     

    Sciacca

    27/05/2019

     

    Messina

    28/05/2019

     

    Barcellona Pozzo di Gotto

    28/05/2019

     

    Milazzo

    28/05/2019

     

    Patti

    28/05/2019

     

    Sant'Agata di Militello

    28/05/2019

     

    Santa Teresa di Riva

    28/05/2019

     

    Catania - via XX Settembre

    29/05/2019

     

    Catania - via Libertà

    29/05/2019

     

    Caltagirone

    29/05/2019

     

    Giarre

    29/05/2019

     

    Mascalucia

    29/05/2019

     

    Paternò

    29/05/2019

     

    Palermo

    30/05/2019

     

    Bagheria

    30/05/2019

     

    Partinico

    30/05/2019

     

    Termini Imerese

    30/05/2019

    LOMBARDIA

    Pavia

    19/11/2018

     

    Voghera

    19/11/2018

     

    Stradella

    19/11/2018

     

    Cantù

    19/11/2018

     

    Vigevano

    25/06/2018

     

    Busto Arsizio

    10/06/2019

     

    Cesano Maderno

    10/06/2019

     

    Desio

    10/06/2019

     

    Seregno-Carate

    10/06/2019

     

    Vimercate

    10/06/2019

     

    Como

    10/06/2019

     

    Sondrio

    10/06/2019

     

    Varese

    10/06/2019

     

    Lecco

    07/10/2019

     

    Legnano

    01/10/2019

     

    Merate

    07/10/2019

     

    Milano Est-San Donato

    01/10/2019

     

    Monza

    01/10/2019

    LIGURIA

    Imperia

    02/07/2019

     

    Sanremo

    02/07/2019

     

    Ventimiglia

    02/07/2019

    EMILIA ROMAGNA

    Rimini

    15/07/2019

     

    Ferrara

    01/10/2019

     

    Reggio Emilia

    01/10/2019

    MARCHE

    Pesaro

    15/07/2019

     

    Fermo

    15/07/2019

    VENETO

    Vicenza

    17/07/2019

     

    Adria

    01/10/2019

     

    Badia Polesine

    01/10/2019

     

    Bassano del Grappa

    09/09/2019

     

    Castelfranco Veneto

    01/10/2019

     

    Chioggia

    01/10/2019

     

    Conegliano

    01/10/2019

     

    Dolo

    01/10/2019

     

    Lonigo

    09/09/2019

     

    Mestre

    09/09/2019

     

    Montebelluna

    01/10/2019

     

    Oderzo

    01/10/2019

     

    Portogruaro

    01/10/2019

     

    Rovigo

    01/10/2019

     

    San Donà di Piave

    01/10/2019

     

    Schio

    09/09/2019

     

    Treviso

    01/10/2019

     

    Venezia

    01/10/2019


    09:00
  • 29/08/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia” con i dati relativi al secondo trimestre 2019. L’Osservatorio, che ha lo scopo di monitorare il fenomeno dell’astensione dal lavoro per malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici, è stato realizzato prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto.

    Nel secondo trimestre del 2019 si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sia per il settore privato (+6,8%) che per il settore pubblico (+7,6%).

    A livello territoriale, l’incremento risulta più consistente al Centro sia per il settore privato (+4%), che per quello pubblico (+9,6%).


    09:00
  • 27/08/2019
  • Con la circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45, l’Istituto ha fornito le indicazioni relative alla nuova modalità di presentazione della domanda di Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) dei lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo.

    Il messaggio 26 agosto 2019, n. 3119 riassume ai datori di lavoro le istruzioni per la compilazione del flusso UNIEMENS, in particolare per la valorizzazione dei campi del nuovo elemento <'infoaggcausalicontrib'>. Fino a quando non sarà resa obbligatoria la compilazione del nuovo elemento, le aziende dovranno continuare a trasmettere flussi di regolarizzazione per arretrati di importo superiore a 3.000 euro secondo le disposizioni impartite con il messaggio 31 ottobre 2017, n. 4283.

    Con il messaggio 28 agosto 2019, n. 3134 si comunica che, per venire incontro alle esigenze delle aziende e dei loro intermediari, il limite, oltre il quale è necessario trasmettere flussi di regolarizzazione, per la sola competenza di luglio 2019 è stato elevato a 20.000 euro.


    09:00
  • 23/08/2019
  • Il decreto-legge 4/2019, convertito dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, ha previsto l’estensione del termine di decadenza ai pagamenti diretti, da parte dell’INPS, dei trattamenti di integrazione salariale in deroga. Con la circolare INPS 22 agosto 2019, n. 120 l’Istituto fornisce chiarimenti sulla normativa e le istruzioni per la compilazione del modello SR41 da trasmettere.

    Per ottenere il pagamento diretto dall'INPS dei trattamenti di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD), il datore di lavoro deve inviare all’Istituto tutti i dati necessari entro sei mesi dalla fine del periodo di paga in corso alla scadenza del periodo concesso o dalla data del provvedimento di concessione se successivo. I dati devono essere trasmessi tramite il modello SR41.

    La circolare, inoltre, fornisce le indicazioni sulla gestione dei trattamenti conclusi prima o dopo il 30 marzo 2019, data di entrata in vigore della legge 26/2019.


    09:00
  • 21/08/2019
  • Sono 10.336 le domande di pensione Quota 100 presentate dai dipendenti pubblici con decorrenza agosto 2019. La maggior parte delle richieste, 5.694, come emerge dai dati INPS, proviene dagli enti locali (regioni, comuni e province). Segue il settore della sanità, con le 2.023 domande presentate da paramedici, amministrativi e tecnici.

    È possibile consultare tutti i dati nella tabella.

    Tabella relativa ai dati della News quota 100 per dipendenti pubblici 


    09:00
  • 20/08/2019
  • La legge finanziaria 2018 ha stabilito che i benefici previdenziali riservati ai lavoratori esposti all’amianto, previsti dall’articolo 13, comma 8, legge 27 marzo 1992, n. 257, possano essere attribuiti anche ai soggetti che abbiano prestato attività lavorativa dipendente negli stabilimenti di fibre ceramiche refrattarie.

    Con la circolare INPS 19 agosto 2019, n. 119 l’Istituto fornisce le istruzioni operative per l’applicazione della norma. Destinatari del beneficio, a decorrere dal 2018, sono coloro che abbiano lavorato, per almeno dieci anni, anche non consecutivi, nei reparti di produzione degli stabilimenti di fabbricazione di fibre ceramiche refrattarie, a prescindere dalla forma previdenziale obbligatoria a carico della quale viene liquidata la pensione con il riconoscimento del beneficio.

    Il beneficio riconosciuto consiste nella rivalutazione dei periodi di lavoro svolto:

    • fino al 30 settembre 2003: per il coefficiente dell’1,5, ai fini del diritto e della misura della pensione;
    • successivamente al 30 settembre 2003: per il coefficiente dell’1,25, ai fini della misura della pensione.

    09:00
  • 14/08/2019
  • A decorrere dal 1° settembre 2019 viene istituito, presso la Direzione provinciale INPS di Viterbo, il Polo nazionale Guardia di Finanza. Il Polo, che farà capo alla Direzione regionale Lazio, rientra nell’ambito del protocollo d’intesa tra l’Istituto e la Guardia di Finanza.

    Da settembre, nella sede di Viterbo, vengono così istituiti due specifici moduli organizzativi:

    • Linea di prodotto servizio “Polo gestione posizione assicurativa-gestione piccoli prestiti e prestiti pluriennali Guardia di Finanza”;
    • Linea di prodotto servizio “Polo prestazioni pensionistiche e previdenziali”.

    Il Polo, come specificato dalla circolare INPS 14 agosto 2019, n. 118, si occuperà della gestione delle prestazioni pensionistiche, previdenziali e creditizie.


    09:00
  • 13/08/2019
  • La legge 28 marzo 2019, n. 26 ha previsto, per il 2019, un nuovo finanziamento di 20 milioni di euro per le misure di sostegno del reddito a favore dei lavoratori dipendenti dalle imprese del settore dei call center. Queste misure prevedono l’erogazione di un’indennità pari al trattamento massimo di integrazione salariale.

    Con il messaggio 9 agosto 2019, n. 3058 si forniscono chiarimenti sugli obblighi contributivi e sugli adempimenti informativi a carico delle imprese ammesse al trattamento di sostegno al reddito. Si forniscono, inoltre, le istruzioni contabili con i nuovi codici UNIEMENS.


    09:00
  • 12/08/2019
  • La circolare INPS 9 agosto 2019, n. 117 fornisce chiarimenti sull’incumulabilità della pensione Quota 100 con i redditi da lavoro e sulla valutazione dei periodi di lavoro svolto all’estero ai fini del conseguimento della stessa. Vengono, inoltre, forniti chiarimenti in merito alla decorrenza della prestazione.

    Per conseguire la pensione anticipata con Quota 100 è richiesta la cessazione del rapporto di lavoro dipendente, ma non la cessazione dell’attività di lavoro autonomo.

    Pertanto, in caso di svolgimento di attività di lavoro autonomo, fermo restando l’obbligo del versamento dei contributi obbligatori presso la relativa gestione, i redditi eventualmente percepiti rilevano, ai fini della incumulabilità della pensione Quota 100, secondo i criteri e nei limiti indicati nella circolare.


    09:00
  • 09/08/2019
  • L’Istituto comunica che la Biblioteca Centrale e l’Archivio Storico della Direzione Generale sospenderanno le attività per le periodiche esigenze di inventario da lunedì 12 agosto a venerdì 23 agosto 2019

    Per eventuali richieste a carattere straordinario e indispensabile, durante tale periodo, si potrà contattare direttamente la Biblioteca centrale.

    Le attività riprenderanno regolarmente da lunedì 26 agosto 2019.


    09:00
  • 08/08/2019
  • Con Decreto del presidente della Repubblica del 22 maggio 2019 (pdf 2,07MB), il prof. Pasquale Tridico è nominato Presidente dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

    Professore ordinario in Politica economica presso l’Università Roma Tre e coordinatore del corso di Laurea Magistrale ‘Mercato del lavoro, relazioni industriali e sistemi di welfare’, Pasquale Tridico ha svolto attività di ricerca in diverse Università europee e negli Stati Uniti. Durante il dottorato in Economia Politica ha vinto la borsa di ricerca “Marie Curie” dell’UE presso la Sussex University e nel 2010-11 ha vinto la borsa Fulbright presso la New York University. È anche titolare della cattedra Jean Monnet dell’UE in “Economic Growth and Welfare Systems” e ha ottenuto un finanziamento da parte dell’UE per l’apertura di un Centro di Ricerca di Eccellenza Jean Monnet denominato “Labour, Welfare and Social Rights”, di cui è direttore. Affermato economista di scuola keynesiana, Segretario Generale dal 2012 dell’Associazione Accademica EAEPE (European Association for Evolutionary Political Economy), è autore di oltre cento pubblicazioni in italiano e in inglese sui temi del mercato del lavoro, disuguaglianze e distribuzione del reddito, sistemi di welfare, politica economica italiana ed europea, sviluppo economico e crisi finanziarie. Ha anche contribuito ai lavori del Parlamento italiano intervenendo in audizioni e convegni su questi temi e, dal giugno 2018 al febbraio 2019, è stato consigliere economico presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

    Curriculum italiano di Pasquale Tridico (pdf 403KB)

    Curriculum inglese di Pasquale Tridico (pdf 332KB)

     


    09:00
  • 07/08/2019
  • Per i datori di lavoro del settore privato che abbiano alle proprie dipendenze almeno 50 addetti è previsto l’obbligo di versamento al Fondo di Tesoreria delle quote di TFR maturate dai propri dipendenti.

    Per le aziende in possesso della regolarità contributiva, i versamenti di quote di TFR al Fondo di Tesoreria, sebbene effettuati in assenza dei presupposti dell’obbligo contributivo, sono ritenuti validi a tutti gli effetti di legge.

    Le aziende non in regola con gli obblighi contributivi, che non provvederanno a regolarizzare la posizione contributiva nei termini previsti dalle disposizioni sul rilascio dell’attestazione di regolarità, potranno presentare istanza di restituzione delle somme indebitamente versate al Fondo di Tesoreria.

    Con il messaggio 7 agosto 2019, n. 3025 l’Istituto fornisce le istruzioni operative per l’applicazione della circolare INPS 1 marzo 2018, n. 37 e per la gestione delle domande di rimborso per prestazioni erogate oltre la capienza.


    09:00
  • 06/08/2019
  • L’Istituto, con il messaggio 5 agosto 2019, n. 3007, comunica che sul Portale del cittadino sono disponibili nuove funzionalità che consentono agli utenti la variazione delle mensilità di Bonus asilo nido richieste nella relativa domanda.

    Le nuove funzionalità sono attive per le domande presentate a partire dal 2019 e consentono la variazione delle mensilità originariamente indicate fino al termine di scadenza previsto per la presentazione della documentazione di spesa (per le domande 2019, quindi, entro il 1° aprile 2020).

    Il nuovo servizio permette di sostituire un mese indicato nella domanda con un altro mese non ancora prenotato e consente la rinuncia a uno o più mesi originariamente richiesti.

    Le variazioni, consentite per le sole mensilità rispetto alle quali non è stato ancora disposto il pagamento, sono immediate e non soggette ad approvazione da parte della struttura territoriale.

    È possibile effettuare una sola variazione per ogni mensilità prenotata in domanda e, come in passato, utilizzare la funzione “Annullamento domanda” che permette di annullare una domanda protocollata in qualunque stato essa si trovi, dando così al cittadino la possibilità di liberare le mensilità prenotate e non ancora pagate per le quali, entro il 31 dicembre dell’anno della domanda di riferimento, sarà eventualmente possibile presentare una nuova richiesta, anch’essa soggetta alle verifiche di budget.


    09:00
  • 05/08/2019
  • Sono 896.173 le domande di Reddito e Pensione di cittadinanza accolte nel mese di luglio 2019.

    A guidare la classifica delle città che hanno ricevuto il maggior numero di risposte positive c’è Napoli, con 36.399 domande accolte, a seguire Roma con 32.905 e Palermo con 26.114.

    In allegato è possibile consultare la tabella che riporta l’elenco completo dei comuni italiani e le relative domande di Reddito e Pensione di Cittadinanza accolte.


    09:00
  • 02/08/2019
  • Con la circolare INPS 16 luglio 2019, n. 102, l’Istituto ha avviato la procedura di fruizione degli sgravi contributivi introdotti con la misura Incentivo Occupazione Sviluppo Sud.

    Il beneficio, rivolto a tutti i datori di lavoro privati che assumano lavoratori disoccupati, ha visto al 31 luglio 2019 la definizione del 96,85% delle domande pervenute.

    Alle aziende e intermediari interessati è stato inoltrato l’esito della domanda.

    Come previsto dalle norme, dopo l’accoglimento della domanda, il datore di lavoro ovvero l’intermediario previdenziale incaricato, entro dieci giorni di calendario dall’accoglimento della domanda, deve comunicare attraverso la procedura telematica l’avvenuta assunzione, a pena di decadenza dal diritto alla fruizione del beneficio.

    Le domande che perverranno dopo il 31 luglio saranno gestite seguendo gli ordinari criteri di elaborazione. Anche per tali richieste, nell’ipotesi in cui l’istanza di prenotazione inviata venga accolta, il datore di lavoro o l’intermediario previdenziale incaricato, entro dieci giorni di calendario dall’accoglimento della domanda, dovrà comunicare, a pena di decadenza dal diritto al beneficio, l’avvenuta assunzione attraverso la specifica procedura telematica.


    09:00
  • 01/08/2019
  • Il Presidente dell’INPS Pasquale Tridico ha sottoscritto due protocolli d’intesa rispettivamente con il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale C.A. Giuseppe Zafarana, e con il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale C.A. Salvatore Farina.

    Il primo protocollo istituisce il “Polo nazionale della Guardia di Finanza” a decorrere dal 1° settembre 2019, dedicato al Corpo per l’erogazione delle pensioni, del trattamento di fine servizio e dei prestiti. Il Polo farà capo alla Direzione regionale Lazio dell’INPS e sovrintenderà alla gestione delle attività di sistemazione dei cassetti pensionistici del personale e alla liquidazione dei trattamenti di quiescenza, con il pagamento della prima mensilità di pensione. Si occuperà, inoltre, delle domande di riscatto, computo e ricongiunzione, delle indennità di buonuscita, della definizione dei riscatti ai fini del TFS e delle richieste di erogazione dei piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

    Con il secondo protocollo viene istituito, presso la Direzione provinciale INPS di Chieti, il “Polo nazionale Esercito” a decorrere dal 1° novembre 2019. La funzione del Polo sarà quella di accentrare tutte le prestazioni INPS a favore del personale dell’Esercito, attualmente in carico alle singole Direzioni provinciali dell’Istituto. Si occuperà, inoltre, di gestire le posizioni assicurative e la liquidazione di pensioni e indennità di buonuscita (TFS), le procedure di riscatto e ricongiunzione dei periodi di servizio, nonché quelle relative alla concessione dei prestiti.


    09:00
  • 30/07/2019
  • La legge di bilancio 2018, ha previsto la concessione di una serie di misure in favore dei lavoratori cassaintegrati che, durante la fruizione del servizio intensivo, accettino una nuova offerta di lavoro. In particolare, gli interessati possono beneficiare di un contributo mensile pari al 50% del trattamento straordinario di integrazione salariale che avrebbero ancora percepito, se non si fossero occupati.

    Il cassintegrato titolare di assegno di ricollocazione che trova un nuovo lavoro ha diritto a un bonus, un contributo mensile che vale metà della cassa che gli sarebbe spettata, se non si fosse rioccupato e a uno sgravio fiscale.

    Con la circolare INPS 26 luglio 2019, n. 109 l’Istituto fornisce le istruzioni operative per la gestione del contributo mensile, “bonus rioccupazione”, previsto in favore dei titolari di un trattamento straordinario di integrazione salariale che si rioccupano durante il periodo di erogazione dell’assegno di ricollocazione.

    Perché il lavoratore possa averne diritto, deve essere assunto "da un datore di lavoro che non presenti assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli dell'impresa presso cui era precedentemente impiegato". Il rapporto di lavoro "deve essere esclusivamente di tipo subordinato e può essere instaurato, anche in regime di part-time, sia con un contratto a tempo indeterminato che a termine".

    Per l’accesso all’incentivo non è necessario presentare alcuna specifica domanda. Al pagamento del bonus provvederà, infatti, direttamente l’Istituto sui conti correnti bancari o postali, libretti postali e carte prepagate i cui estremi sono comunicati dagli stessi lavoratori all’ANPA.

    Al datore di lavoro che provvede ad effettuare l’assunzione è riconosciuto un esonero, nella misura del 50%, degli oneri contributivi complessivi a suo carico, esclusi i premi e i contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di importo pari a 4.030 euro annui, rivalutabile sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.


    09:00
  • 26/07/2019
  • La circolare INPS 5 marzo 2019, n. 36 ha fornito le istruzioni per l’applicazione del nuovo istituto del riscatto di periodi non coperti da contribuzione e un diverso criterio di calcolo dell’onere di riscatto dei periodi di studio universitario, da valutare nel sistema contributivo, in materia di riscatti e ricongiunzioni con oneri a carico dei fondi di solidarietà bilaterali.

    Con la circolare INPS 25 luglio 2019, n. 106, l’Istituto illustra le modifiche intervenute in merito alla facoltà di riscatto dei periodi non coperti da contribuzione e al riscatto della laurea, secondo quanto previsto dal decreto cosiddetto “Quota 100”. Definisce, inoltre, i soggetti che ne possono beneficiare, determina l’onere di riscatto, la sua durata e le modalità di versamento.

    La circolare fornisce, più nel dettaglio, chiarimenti sulla facoltà per i fondi di solidarietà di provvedere al versamento della contribuzione correlata a periodi utili per il diritto a pensione, riscattabili o ricongiungibili e precedenti all’accesso ai fondi di solidarietà, precisando, infine, che la nuova norma non ha istituito una nuova tipologia di riscatto ma ha soltanto introdotto un diverso criterio di calcolo dell’onere di riscatto del corso di studi che si collochi nel sistema contributivo della futura pensione.


    09:00
  • 25/07/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza. Al 17 luglio 2019 risultano pervenute all’INPS 1,4 milioni di domande di cui 905 mila sono state accolte, 104 mila sono in lavorazione e 387 mila sono state respinte o cancellate.

    Analizzando le domande pervenute per canale di trasmissione si evince che il 78% viene trasmessa dai CAF e dai Patronati e solo il 22% dalle Poste Italiane; la maggior parte dei benefici sono stati erogati a nuclei residenti nelle regioni del Sud e nelle Isole (56%), seguite dalle regioni del Nord, (28%), e da quelle del Centro con 230 mila domande (16%).

    Delle 905 mila domande accolte, 793 mila riguardano nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza, con 2,1 milioni di persone coinvolte, le restanti 112 mila sono nuclei percettori di Pensione di Cittadinanza, con 128 mila persone coinvolte: i nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza passano dal 90% nelle regioni del Sud e delle Isole all’85% nelle regioni del Centro per poi diminuire ulteriormente di un punto percentuale nelle regioni del Nord.

    L’importo medio mensile erogato nei primi tre mesi dall’istituzione della prestazione è pari a 489 euro, con un importo superiore del 7% rispetto a quello nazionale nelle regioni del Sud e delle Isole e inferiore dell’8% e del 14% nelle regioni del Centro e del Nord.

    L’introduzione del beneficio RdC/PdC comporta l’erogazione di importi mensili decisamente più elevati rispetto al precedente ReI: ad oggi il massimo importo medio erogato ha sfiorato i 500 euro mensili nel mese di prima emissione della prestazione.


    09:00
  • 24/07/2019
  • Il messaggio 24 luglio 2019, n. 2819 comunica le modalità attraverso le quali i professionisti che intendono svolgere attività di consulenti del lavoro e operare quali intermediari nei confronti dell’INPS, dovranno far pervenire le proprie richieste.

    Gli avvocati dovranno inoltrare la suddetta richiesta tramite l’indirizzo di posta certificata della Direzione centrale Entrate e recupero Crediti (dc.entraterecuperocrediti@postacert.inps.gov.it), specificando nell’oggetto “Richiesta di autorizzazione a svolgere attività in materia di lavoro previdenza ed assistenza sociale – Avvocato” e allegando copia del tesserino rilasciato dall’Ordine professionale, copia del modulo “c” (Richiesta assegnazione "PIN" intermediario abilitato), scaricabile dal sito www.inps.it e copia del documento di identità riportato sul modulo “SC64”. Dopo aver accertato la congruità della documentazione, la Direzione centrale Entrate e recupero crediti informerà gli interessati a mezzo PEC dell’avvenuta profilazione negli archivi degli intermediari certificati dell’INPS.

    Per i dottori commercialisti ed esperti contabili restano vigenti le modalità attualmente in uso tramite gli Albi provinciali. La comunicazione dovrà pervenire alla casella di posta certificata della Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi (dc.OrganizzazioneeSistemiInformativi@postacert.inps.gov.it) specificando nell’oggetto “Censimento iscritti Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili”.

    Una volta censiti, i professionisti potranno recarsi presso una qualsiasi struttura territoriale dell’Istituto e, esibendo il citato modulo “SC64”, richiedere il rilascio del PIN con l’estensione per operare per i servizi aziendali.


    09:00
  • 23/07/2019
  • L’INPS informa i cittadini che si sono verificati nuovi tentativi fraudolenti attraverso l’invio di email con contenuti apparentemente attribuibili all’Istituto.

    Nello specifico le segnalazioni pervenute riferiscono di una email, inviata attraverso diversi indirizzi di posta certificata (PEC) non appartenenti all’Istituto, che avvisa di presunte irregolarità nel versamento di contributi. Il testo della email si conclude con l’invito a cliccare su un link per accedere al dettaglio delle dichiarate irregolarità dal quale non si accede, in realtà, a nessun indirizzo ufficiale dell’INPS. Anzi è possibile che il link rimandi a un qualche sito dal quale verrebbe automaticamente scaricato del software maligno (malware) pertanto si consiglia di non cliccare sul link che compare nella email.

     

    L’Istituto ricorda a tutti i cittadini di non dare seguito a richieste ambigue che arrivino via email e che l’unico link per accedere alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni dell’Istituto è: www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx.

    Gli elenchi degli indirizzi di PEC utilizzati dalle strutture INPS sono disponibili sul Portale.


    09:00
  • 22/07/2019
  • Con il messaggio 19 luglio 2019, n. 2778 l’Istituto fornisce indicazioni operative in merito all’obbligo di versamento delle ritenute erariali in precedenza sospese a causa degli eventi sismici 2016/2017.

    La legge di bilancio 2019 ha disposto che gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria, precedentemente sospesi, dovessero essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 1° giugno 2019.

    Il decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, stabilisce che i contribuenti che hanno richiesto ed ottenuto il beneficio della sospensione delle ritenute fiscali sono tenuti a versare “le somme oggetto di sospensione”:

    • senza applicazione di sanzioni e interessi, entro il 15 ottobre 2019;
    • mediante rateizzazione, fino a un massimo di 120 rate mensili di pari importo, con il versamento dell’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019.

    La ritenuta può essere operata su richiesta del lavoratore dipendente subordinato o assimilato anche dal sostituto d’imposta.

    Pertanto, viene prorogato dal 1° giugno 2019 al 15 ottobre 2019 il termine per il versamento senza sanzioni ed interessi delle somme in questione, fermo restando che il numero di rate decorre dall’originario termine di giugno.


    09:00
  • 19/07/2019
  • Il decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, ha previsto la proroga per il 2019, per ulteriori 12 mesi, del trattamento di mobilità in deroga nelle aree di crisi industriale complessa.

    Il trattamento si applica anche ai lavoratori che hanno cessato o cessano la mobilità ordinaria o in deroga entro il 31 dicembre 2019, nel limite di spesa di 16 milioni di euro per il 2019 e di 10 milioni di euro per il 2020.

    Con il messaggio 18 luglio 2019, n. 2768, si comunica che saranno modificate le indicazioni fornite con il messaggio 24 gennaio 2019, n. 322 nelle sole parti che si riferiscono alla data in cui i beneficiari devono aver cessato la mobilità ordinaria o in deroga e al periodo concesso.

    L’Istituto, quindi, nel liquidare la prestazione, verificherà che il beneficiario abbia terminato un trattamento di mobilità ordinaria o in deroga non più nel periodo dal 22 novembre 2017 al 31 dicembre 2018 ma dal 22 novembre 2017 al 31 dicembre 2019.


    09:00
  • 18/07/2019
  • È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di giugno 2019. Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 27.579.661, in aumento del 42,6% rispetto allo stesso mese del 2018 (19.345.619).

    Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

    • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 8.118.731, in  diminuzione del 17,2% rispetto a giugno 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 18.831.749, in aumento del 99,8% rispetto a giugno 2018;
    • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 629.181, in aumento del 461,7% rispetto a giugno 2018.

    A maggio 2019 sono state presentate 102.818 domande di NASpI, 1.172 di DIS-COLL e 90 di mobilità, per un totale di 104.080 domande, segnando un aumento del 1,3% rispetto a maggio 2018.

    In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il Focus luglio 2019 (pdf 821KB), con i dati di giugno.


    09:00
  • 17/07/2019
  • Le imprese che hanno stipulato contratti di solidarietà (CdS) difensivi accompagnati da CIGS, i cui periodi di solidarietà si siano conclusi entro il 31 dicembre 2018, possono fruire dello sgravio contributivo. È quanto comunica l’INPS con il messaggio 17 luglio 2019, n. 2732, nel quale vengono fornite le istruzioni contabili per la fruizione del beneficio.

    Il messaggio fa seguito alla circolare INPS 26 settembre 2018, n. 98 con la quale sono state illustrate le modalità operative per la fruizione dello sgravio contributivo connesso ai CdS difensivi accompagnati da CIGS, in favore delle imprese destinatarie dei decreti direttoriali di autorizzazione, i cui periodi di CIGS per solidarietà risultavano conclusi entro il 2017.


    09:00
  • 16/07/2019
  • Sul Portale INPS è disponibile il simulatore del riscatto di laurea, attraverso il quale è possibile calcolare l’ammontare della somma da versare al fondo pensionistico di appartenenza per riscattare gli anni universitari. Grazie a questo strumento l’utente può valutare se valorizzare o meno il periodo del proprio corso di studi ai fini pensionistici.

    Possono simulare l’onere di riscatto, per i periodi che si collocano nel sistema contributivo, sia gli iscritti alla gestione privata che a quella pubblica. Per gli iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti e alle gestioni speciali di artigiani, commercianti, coltivatori diretti e coloni mezzadri, la funzionalità è stata estesa ai periodi collocati nei sistemi retributivo e misto.

    Come funziona il simulatore del riscatto di laurea

    Per utilizzare il simulatore bisogna accedere al servizio “Riscatto di laurea”, tramite codice PIN, SPID o CNS, e cliccare su “Simulazione calcolo” nel menu a sinistra.

    Una volta selezionata la gestione previdenziale per cui si desidera simulare il calcolo, occorre inserire alcuni dati: anno di iscrizione all’università, numero di rate in cui frazionare il pagamento, periodo o periodi da riscattare afferenti lo stesso anno solare.

    All’utente viene inoltre richiesto di dichiarare l’esistenza di eventuali periodi di anzianità estera o anteriore al 1° gennaio 1996.

    Dopo aver inserito tutti i dati, non resta che cliccare sul pulsante “Calcola l’onere del tuo riscatto di laurea”. Ricordiamo che l’importo è orientativo e potrebbe discostarsi da quello effettivo, comunicato a seguito della presentazione della domanda di riscatto.

    In aumento le simulazioni dei riscatti di laurea

    Da marzo, come emerge dalla seguente tabella, sono aumentate le simulazioni dei riscatti di laurea da parte degli utenti. Secondo le statistiche (riferite alla sola gestione privata) il picco si è registrato ad aprile. A maggio si è verificato un calo rispetto al mese precedente, ma i valori sono rimasti superiori rispetto a quelli di marzo e soprattutto di febbraio. Le simulazioni più numerose riguardano il regime contributivo.



     


    09:00
  • 15/07/2019
  • Il decreto legislativo 18 maggio 2018, n. 72 ha disciplinato la tutela del lavoro nelle imprese sequestrate e confiscate, per consentire l'accesso dei lavoratori all'integrazione salariale e agli altri ammortizzatori sociali.

    Con il messaggio 12 luglio 2019, n. 2679 l’INPS fornisce indicazioni in merito all’erogazione e alla gestione del trattamento di sostegno al reddito, introdotto dall’articolo 1, d.lgs 72/2018, per i lavoratori sospesi dal lavoro o impiegati a orario ridotto, dipendenti da aziende sequestrate o confiscate, sottoposte ad amministrazione giudiziaria, per le quali è stato approvato il programma di prosecuzione o di ripresa dell'attività.

    Il trattamento viene concesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed erogato dall’INPS. I dettagli e il quadro normativo di riferimento sono contenuti nel messaggio.


    09:00
  • 12/07/2019
  • Il messaggio 11 luglio 2019, n. 2658 fornisce informazioni sulla convenzione tra INPS e soggetti abilitati all’assistenza fiscale, per l’affidamento e la disciplina del servizio di raccolta e trasmissione delle dichiarazioni delle situazioni reddituali (modelli RED) e delle dichiarazioni di responsabilità (modelli ACC.AS/PS, ICRIC FREQUENZA, ICLAV), per la corretta erogazione delle prestazioni previdenziali e assistenziali, campagne RED ordinaria 2019 (anno reddito 2018), Solleciti 2018 (anno reddito 2017), INV CIV ordinaria 2019 e Solleciti 2018.

    Lo schema di convenzione, allegato al messaggio, individua i casi in cui devono essere presentate le dichiarazioni, regolamenta le modalità di svolgimento del servizio, di conservazione della documentazione e di trasmissione telematica, disciplina le attività di verifica e di validazione dei dati, nonché quelle di comunicazione delle anomalie eventualmente riscontrate.

    Il servizio viene affidato in via non esclusiva.

    Il cittadino potrà comunque presentare direttamente la comunicazione attraverso il servizio online (accessibile con PIN dispositivo, credenziali SPID di secondo livello o avvalendosi del Contact center) o le strutture territoriali dell’Istituto.

    I CAF e gli altri soggetti abilitati all’assistenza fiscale, se in possesso dei requisiti, hanno facoltà di stipulare convenzioni singole.

    Il Direttore centrale Organizzazione e sistemi informativi è stato autorizzato a sottoscrivere, in nome e per conto dell’Istituto, le convenzioni in oggetto.

    La procedura per la sottoscrizione delle convenzioni scadrà il 31 gennaio 2020.

    I soggetti interessati alla sottoscrizione della convenzione potranno rivolgersi alla Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi – Area Sviluppo dei processi di integrazione e sinergia e procedimentalizzazione delle convenzioni con soggetti privati e professionisti, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: Convenzioni.CAF@inps.it.


    09:00
  • 11/07/2019
  • L’Istituto, con il messaggio 11 luglio 2019, n. 2653, ha fornito ulteriori istruzioni operative utili ai fini della complessiva istruttoria delle domande relative all’accredito della contribuzione figurativa per periodi di aspettativa non retribuita fruita per cariche pubbliche o sindacali.

    Il messaggio fa riferimento alle indicazioni fornite con il messaggio 8 settembre 2017, n. 3499 riguardo all’istruttoria delle domande di accredito figurativo presentate dagli iscritti alla Gestione privata.

    Vengono riprese, inoltre, le istruzioni contenute nel messaggio 26 settembre 2017, n. 3688, relativamente al termine decadenziale del 30 settembre applicabile alla sola presentazione della domanda di accredito di contribuzione figurativa per lo svolgimento di cariche pubbliche o sindacali. In questo caso, l’interessato potrà integrare la documentazione necessaria anche successivamente al 30 settembre e la struttura territoriale potrà dare corso alla domanda solo dal momento della ricezione di tutta la documentazione.

    Il messaggio fornisce, poi, precisazioni in merito al provvedimento di aspettativa del datore di lavoro, alla disciplina del periodo di prova, ai prospetti retributivi dichiarati dal datore di lavoro e alla contribuzione aggiuntiva per i lavoratori dipendenti iscritti ai Fondi Speciali.


    09:00
  • 10/07/2019
  • Mercoledì 10 luglio 2019 si è tenuta, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, la Relazione annuale alle Camere del Presidente dell’INPS Pasquale Tridico per la presentazione del XVIII Rapporto annuale. Il documento illustra il ruolo dell’INPS nell’ambito del sistema di welfare nazionale e nell’attuale contesto socioeconomico del Paese.

    L’evento è stato introdotto dal Presidente della Camera, Roberto Fico, e ha visto la partecipazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, del Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli e l’intervento conclusivo del Ministro dello Sviluppo Economico e Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Di Maio.

     

    Fotogallery


    09:00
  • 09/07/2019
  • Venerdì 12 luglio, dalle 15, si terrà a Roma, a Palazzo Wedekind, il seminario dal titolo “Tra politiche economiche nazionali, deficit strutturali e i vincoli del patto europeo di stabilità e crescita: un approccio integrato per la stima dell’output gap".

     L’evento rientra nell’ambito del ciclo di seminari di riflessione sul tema dell’output gap (la differenza tra il Prodotto Interno Lordo effettivo e quello potenziale), del tasso di disoccupazione strutturale e degli obiettivi di medio periodo della finanza pubblica, organizzato dalla Direzione centrale Studi e ricerche dell’INPS.

    Il primo incontro, sul tema “Stima del prodotto potenziale e obiettivi fiscali di medio termine”, si è tenuto lo scorso 15 maggio alla presenza del Presidente INPS Pasquale Tridico, di esperti e ricercatori appartenenti a università e centri di ricerca.

     Il seminario del 12 luglio sarà introdotto da Giuseppe Pisauro, Presidente dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB). A seguire ci sarà la relazione di Libero Monteforte (UPB). Dopo la presentazione della relazione si aprirà il dibattito, cui seguiranno le domande del pubblico.


    09:00
  • 08/07/2019
  • Con la legge 28 marzo 2019, n. 26, è stato convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, che istituisce il Reddito di Cittadinanza (RdC) e la Pensione di Cittadinanza (PdC).

    La circolare INPS 5 luglio 2019, n. 100 illustra le modifiche introdotte dalla legge di conversione e integra le indicazioni già fornite con la circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43.

    Le principali modifiche riguardano i requisiti di accesso al beneficio e, in particolare, quelli reddituali e patrimoniali, l’attestazione dei requisiti per i cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea, la mancata sottoposizione a misure cautelari e la mancanza di condanne definitive. Viene meno, inoltre, l’esclusione dal Reddito di Cittadinanza dei nuclei familiari che abbiano tra i componenti persone disoccupate per dimissioni volontarie, limitando l’esclusione al solo componente disoccupato.


    09:00
  • 05/07/2019
  • Giovedì 4 luglio si sono tenuti due eventi di rilievo per l’Istituto. Alla presenza del Presidente INPS Pasquale Tridico e del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio, presso la Direzione Generale di Roma, si è concluso il percorso di inserimento dei neoassunti. A Palazzo Wedekind il Presidente CIV Guglielmo Loy ha presentato la Relazione programmatica 2020-2022 del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza.

    I neoassunti incontrano il Presidente Tridico e il Ministro Di Maio

    I lavori relativi al percorso formativo di inserimento dei nuovi consulenti della protezione sociale, selezionati tramite concorso pubblico, sono stati aperti il 1° luglio dal Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno. Il Ministro ha sottolineato l’importanza del ricambio generazionale e ha sollecitato i presenti a interpretare il proprio ruolo “non solo con la mente ma anche con il cuore, perché la differenza la fanno le persone”. Il Presidente INPS Pasquale Tridico, intervenuto per l’occasione, ha ribadito come l’Istituto si trovi davanti a un cambiamento epocale, di cui fanno parte anche le nuove leve.

    Il Direttore Generale INPS Gabriella Di Michele ha dato atto al Governo della collaborazione fornita nell’espletamento delle procedure per le nuove assunzioni e ha evidenziato la complessità dell’organizzazione dell’Istituto, fondata sulle visioni di personalità come Gianni Billia: “L’INPS è diverso perché guarda ai risultati”, ha detto, ricordando la storica propensione all’informatizzazione e alla telematizzazione, il raffinato controllo di gestione e la piattaforma comune che aggancia una parte della retribuzione agli obiettivi raggiunti, a garanzia di qualità. Infine, ha voluto lasciare alla platea una riflessione per il futuro, auspicando un bilanciamento tra intelligenza, capacità e impegno personale, ma anche un giusto peso all’esperienza, rispetto delle regole e, soprattutto, senso di appartenenza a un Ente capace di durare nel tempo.

    Nell’arco delle giornate i direttori centrali dell’Istituto hanno presentato le loro funzioni e illustrato il lavoro delle singole strutture della Direzione Generale. Elementi comuni a tutti gli interventi è stata la considerazione che le nuove assunzioni rappresentano la spina dorsale per il futuro dell’Istituto. Ai nuovi assunti viene richiesto spirito di servizio nell’approccio con l’utenza e capacità di adattamento ai continui cambiamenti dovuti alle norme via via introdotte dal legislatore e a quelli legati ai mutamenti della società.

    A chiudere i lavori è stato il Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, che ha annunciato un ulteriore ingresso di 2000 unità con un nuovo concorso da bandire entro il 2019. Con i 5400 assunti viene realizzata la più grande assunzione di personale dai tempi della Prima Repubblica. Il nuovo personale contribuirà a realizzare i provvedimenti sul Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Di Maio ha messo in risalto il ruolo dell’INPS, a cui vengono affidati con fiducia sempre nuovi compiti, mostrando la capacità di affrontare e risolvere tante questioni, un vero punto di riferimento nel panorama nazionale ed estero. Di Maio si è complimentato con i vincitori e li ha incoraggiati a lavorare per il welfare del Paese.

    Fotogallery 1° luglio 2019

    Fotogallery 2 luglio 2019

    Fotogallery 3 luglio 2019

    Fotogallery 4 luglio 2019

    Relazione programmatica 2020-2022 del CIV

    Sempre giovedì 4 luglio, nella sede di Palazzo Wedekind a Roma, è stata presentata la Relazione programmatica 2020-2022 del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’INPS, da parte del Presidente CIV Guglielmo Loy.
    Alla presentazione, coordinata dal giornalista del Sole24Ore Giorgio Pogliotti, hanno partecipato il Presidente INPS Pasquale Tridico e il Sottosegretario al Ministero del Lavoro Claudio Cominardi. Il Presidente Loy ha sottolineato la necessità per l’Istituto di innovare e di cambiare, senza però rischiare di stravolgere la straordinaria esperienza storica, culturale ed economica di un Ente previdenziale a forte caratterizzazione solidaristica e mutualistica, come è l’INPS.

    Analizzando la situazione economico-finanziaria dell’Istituto, il Presidente Loy ha inoltre affermato che “a oggi le entrate contributive dell’INPS sono stabili. L’Istituto è in equilibrio, ma in futuro il tema della sostenibilità dovrà essere affrontato. È bene che i cittadini sappiano che l’INPS è il più grande erogatore di previdenza in Europa e questi contributi garantiscono le pensioni, e anche l’assistenza sul lavoro, gli ammortizzatori sociali e le indennità di disoccupazione. A questo si aggiungono le risorse che lo Stato, la politica decidono di affidare all’Istituto per azioni di solidarietà e assistenza. Questi due caposaldi vanno ben tenuti e protetti”.

    Anche il Presidente INPS Tridico ha parlato della necessità del cambiamento e dell’innovazione, confermando l’importanza delle nuove assunzioni in un’ottica di costante miglioramento ed efficientamento dell’Istituto in tutte le sue funzioni.

    Fotogallery


    09:00
  • 04/07/2019
  • Con il "decreto Crescita" (decreto-legge 34/2019, convertito con modificazioni dalla legge 58/2019) sono stati riaperti i termini per aderire alla Definizione agevolata 2018  (cosiddetta “rottamazione-ter”) e al Saldo e stralcio”. La nuova scadenza è stata fissata al 31 luglio 2019. La riapertura dei termini riguarda esclusivamente i debiti che non siano stati inseriti in una precedente domanda di adesione presentata entro il 30 aprile 2019.

    I contribuenti che intendano aderire possono consultare il sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it dove sono disponibili tutte le informazioni utili, i modelli da utilizzare per l’adesione, le guide alla compilazione e i servizi web che Agenzia delle Entrate-Riscossione mette a disposizione per inviare le domande direttamente da pc, smartphone e tablet, senza andare allo sportello.

    Rottamazione-ter

    L’agevolazione consiste nella possibilità di estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle di pagamento versando le somme dovute senza pagare le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali non sono dovuti gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

    Si può scegliere di pagare gli importi scontati a rate o in un’unica soluzione.

    Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione dedicata alla Rottamazione-ter sul sito di Agenzia delle Entrate-Riscossione.

    “Saldo e stralcio”

    L’ISEE del nucleo familiare non supera i 20mila euro? Il “Saldo e stralcio” è la misura riservata ai contribuenti persone fisiche in grave e comprovata difficoltà economica, che possono così estinguere alcune tipologie di debito usufruendo di una forte riduzione delle somme residue dovute a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione (pagando il 16, 20 o 35% degli importi, la percentuale varia in base all’ISEE).

    Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione dedicata al "Saldo e stralcio" sul sito di Agenzia delle Entrate-Riscossione.


    09:00
  • 02/07/2019
  • Poiché alcuni contratti di comparto hanno previsto l’inclusione nel computo del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) di emolumenti non utili ai fini del Trattamento di Fine Servizio (TFS), si è reso necessario l’aggiornamento del tracciato UNIEMENS-ListaPosPA con due nuovi elementi e i relativi contributi da calcolare in misura pari all’aliquota di computo (6,91%).

    Sono stati introdotti, in particolare, gli elementi <ImponibileTFRUlterioriElem> e <ContributoTFRUlterioriElem>. La compilazione deve essere effettuata a decorrere dalle retribuzioni erogate da ottobre 2019.

    Ulteriori indicazioni sono contenute nel messaggio 1 luglio 2019, n. 2440.


    09:00
  • 01/07/2019
  • Una rivoluzione nello scambio dei dati fra enti previdenziali internazionali. Dal 3 luglio 2019, come previsto dalla normativa comunitaria sul coordinamento dei regimi di sicurezza sociale, diventerà operativo il sistema EESSI (Electronic Exchange of Social Security Information), con l’avvio dello scambio telematico di dati tra circa 15mila enti previdenziali europei

    Anche l’INPS, protagonista fin dall’inizio nella realizzazione di questo rivoluzionario progetto internazionale, scambierà progressivamente le informazioni con gli enti degli altri Paesi europei interessati in modo completamente telematico, attraverso documenti elettronici strutturati che sostituiranno gli attuali formulari cartacei.

    La circolare INPS 28 giugno 2019, n. 97 fornisce le prime indicazioni organizzative per il corretto presidio della gestione telematica degli scambi di dati e informazioni tra l’INPS e le istituzioni degli altri Stati che applicano la normativa comunitaria (Stati UE, Stati SEE e Svizzera).

    I vantaggi per i cittadini europei (studenti, disoccupati, lavoratori, pensionati e loro familiari) saranno costituiti dalla maggiore rapidità nella gestione delle domande e nel pagamento delle prestazioni pensionistiche, a sostegno del reddito, sanitarie e per infortuni sul lavoro e malattie professionali, oltre che nella gestione delle pratiche in materia di legislazione applicabile, distacchi e recuperi di contributi e prestazioni indebite.

    Il nuovo sistema assicura un alto livello di protezione dei dati, in linea con gli standard più elevati di sicurezza informatica. Garantisce, inoltre, un flusso standardizzato delle informazioni, maggiore facilità nella comunicazione grazie alla digitalizzazione degli scambi e una migliore qualità e completezza dei dati scambiati, anche al fine di ridurre il rischio di frodi ed errori.


    09:00